NOVITA'

Il progetto Curaitalia.it del libero professionista Riccardo Borchi

Riccardo Borchi, libero professionista Web Designer/Developer di Pistoia, ha ideato un progetto (non-profit) nelle ultime settimane di quarantena.

Il progetto Curaitalia.it del libero professionista Riccardo Borchi
Pistoia, 09 Aprile 2020 ore 09:46

Riccardo Borchi, libero professionista Web Designer/Developer di Pistoia, presenta “Cura Italia”, un progetto (non-profit) che ha ideato e realizzato nelle ultime settimane. “Il progetto Cura Italia nasce, sostanzialmente, come un modo per mettermi alla prova in questo difficile periodo di quarantena. Si tratta di un sito web che segue in tempo reale l’andamento del Coronavirus in Italia, raccogliendo i dati ufficiali forniti dalla Protezione Civile e rendendoli facilmente accessibili (includendo anche i dati di ogni singola regione e provincia), oltre a notizie, aggiornamenti e materiali utili, il tutto in un’unica piattaforma online“.

Il sito è www.curaitalia.it

Il sito è www.curaitalia.it, è possibile consultarlo su desktop, tablet o smartphone, presenta un’interfaccia user-friendly, semplice e comprensibile. “Quello che, inizialmente, voleva essere solo un lavoro dedicato a professionisti del mio settore come dimostrazione di quanto il nostro lavoro possa essere uno strumento al servizio della collettività, è diventato presto oggetto di apprezzamenti, idee e utili consigli da parte di colleghi (e non solo), che mi hanno convinto a renderlo accessibile all’intera comunità e mi hanno spinto a migliorarlo, aggiornarlo e ampliarlo, anche dal punto di vista grafico e organizzativo”.

In una settimana il sito ha ricevuto oltre 40.000 visite e migliaia di condivisioni sulle maggiori piattaforme social, un riscontro enorme che non mi sarei mai aspettato di ricevere ma che mi conferma l’accoglienza positiva del progetto nella comunità, scientifica e non, rendendomi fiero del mio lavoro, ma soprattutto contento di aver creato qualcosa di utile in un momento così difficile per tante persone, tenendole aggiornate, informate e, forse, facendole sentire meno sole ad affrontare questo particolare periodo”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità