CRONACA

Il “Comitato 10 Febbraio” ed i consiglieri di minoranza del Comune di Massa e Cozzile hanno commemorato i martiri delle Foibe

Per omaggiare i perseguitati delle brutali uccisioni per mano dei partigiani jugoslavi titini, tre rose rosse sono state poggiate in prossimità del Piazzale Martiri delle Foibe, nella frazione di Margine Coperta.

Il “Comitato 10 Febbraio” ed i consiglieri di minoranza del Comune di Massa e Cozzile hanno commemorato i martiri delle Foibe
Cronaca Valdinievole, 12 Febbraio 2021 ore 10:20

Paola Gialdini, responsabile del “Comitato 10 Febbraio”, ed i consiglieri di minoranza Comune Massa e Cozzile Elena Maltagliati, Matteo Vannini e Alessandro Martini, si sono riuniti lo scorso 10 Febbraio presso il Piazzale Martiri delle Foibe, commemorando le vittime dei massacri avvenuti in Istria, Fiume e Dalmazia nel Secondo Dopoguerra.

Il gesto simbolico

Per omaggiare i perseguitati delle brutali uccisioni per mano dei partigiani jugoslavi titini, tre rose rosse sono state poggiate in prossimità del Piazzale Martiri delle Foibe, nella frazione di Margine Coperta. “Un gesto simbolico per ricordare ciò che per troppi anni è stato dimenticato, nascosto e bistrattato, raccontato come storia di serie B”, commenta il capogruppo Maltagliati.

“Molti ne sono ancora ignari, ma le foibe sono lunghe e strette insenature tipiche della regione carsica e dell’Istria dove le vittime venivano gettate ancora vive”, racconta la presidente Gialdini. “Una carneficina di cui poco si è parlato e che solo nel 2004 (con la Legge che istituiva il Giorno di Ricordo) è stata ufficialmente insignita come solennità civile nazionale italiana”, aggiungono i consiglieri Vannini e Martini.
Per chiudere la Presidente del Comitato si augura che il ricordo diventi più condiviso, perché le vittime non hanno colore politico e con l’auspicio affinché se ne parli maggiormente anche tra i banchi di scuola.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli