Cronaca
Cronaca

Ieri tutta Lamporecchio ha salutato lo storico pasticcere Pioppino

Se n'è andato a 88 anni il simbolo di questa generazione della pasticceria Carli, fondata nel 1870

Ieri tutta Lamporecchio ha salutato lo storico pasticcere Pioppino
Cronaca Valdinievole, 21 Agosto 2022 ore 18:02

Si sono svolti ieri pomeriggio (sabato 2o agosto) a Lamporecchio i funerali di Giovanni Carli, il pasticcere conosciutissimo in paese con il nome di PioppinoLa sua scomparsa, a 88 anni, lascia un vuoto indelebile in tutta la comunità di Lamporecchio, di cui è stato a lungo tra i massimi esponenti per diversi decenni.

"Pioppino" era lo pseudonimo che aveva ereditato dal padre, come accadeva prima da quelle parti, soprattutto nei piccoli borghi, dove di generazione in generazione, si conoscevano tutti. Giovanni, dalla sua famiglia, precisamente dal nonno, aveva ereditato anche l'arte pasticceria diventando punto di riferimento di quella attività paesana che ha dispensato prelibatezze e felicità a tanta gente fin dal 1870, anno della sua inaugurazione.

Oltre al lavoro e la famiglia, Pioppino era un grande appassionato di calcio (era stato anche un buon centrocampista) e in particolare dei colori della squadra locale della Lampo che non ha mai smesso di seguire, fino a quando non erano sopraggiunti i primi problemi di salute.

Oggi, tutta Lamporecchio, si è stretta attorno alla famiglia Carli, nel ricordo di uno dei suoi più illustri e stimati compaesani.  Sulla pagina ufficiale di Facebook della pasticceria Carli è stato pubblicato un bellissimo ricordo: "Arrivederci “Pioppino”. Un marito, un babbo , un nonno, un uomo MERAVIGLIOSO!".

Anche la società sportiva della Lampo ha voluto ricordare l'ex calciatore, dirigente, tifoso e amico: "Se n'è andata un pezzo di storia di Lamporecchio, un pezzo di storia dell'A.S.D LAMPO 1919. Con grande rispetto, tutto l'ambiente azzurro porge le più sincere condoglianze al mitico Giovanni Carli, a tutti noto come Pioppino. Un grande abbraccio a Reana, Leopoldo, Giovanna, Roberta, Roberto e a tutti i nipoti. Ora fai godere anche gli angeli con i tuoi sedanini". 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter