I rappresentanti degli abitanti del territorio a confronto col vescovo Tardelli sui temi dell’ambiente

Obiettivo Periferia, Acqua Bene Comune, Alleanza Beni Comuni, Bio Distretto Montalbano, WWF Prato – Pistoia, ISDE Medici hanno parlato dell'inquinamento.

I rappresentanti degli abitanti del territorio a confronto col vescovo Tardelli sui temi dell’ambiente
Pistoia, 26 Ottobre 2019 ore 10:38

A seguito dell’incontro con il vescovo di Pistoia monsignor Tardelli, le associazioni e i comitati rappresentati da Rosanna Crocini, Samuela Breschi , Rosalba Luzzi (Obiettivo Periferia, Acqua Bene Comune, Alleanza Beni Comuni, Bio Distretto Montalbano, WWF Prato – Pistoia, ISDE Medici per l’ambiente) hanno ringraziato per l’ascolto che è stato loro riservato.

Affrontate le problematiche dell’inquinamento

Durante la riunione sono state elencate tutte le problematiche relative all’inquinamento ambientale del nostro territorio ( discariche, inceneritori, aereoporto, vivai…) rimarcando la situazione preoccupante relativa alle contaminazione delle falde acquifere, situazione tipica di tutta la Piana e particolarmente grave nel Comune di Serravalle.

L’incontro con il Vescovo Tardelli è iniziato con la lettura e la condivisione del messaggio esposto nella lettera consegnata a Vandana Shiva durante la manifestazione ‘Dialoghi sull’Uomo, il cui testo è pubblicato sul sito internazionale Nawdanya.

“La preoccupazione delle mamme per la salute dei propri figli e per la tutela del nostro territorio è un problema che riguarda il presente e il futuro di tutti. Abbiamo manifestato l’auspicio che il messaggio della Laudato si, rivolto a tutte le persone di buona volontà, di prendersi cura della ‘nostra casa comune’, faciliti il civile e costruttivo confronto all’interno delle variegate componenti della Comunità. Questa sinergia fino ad ora riservata solo ad alcune associazioni e categorie deve diventare un punto di incontro anche con altre voci, altri portatori di interessi”.

“Abbiamo sottolineato come tutti dobbiamo lavorare per una crescita culturale in conoscenza e consapevolezza, formazione e rispetto del valore del lavoro. Nessuna pregiudiziale da parte nostra verso categorie produttive importanti e necessarie, che operino nel rispetto delle leggi e dei diritti di tutti..Come ci ha esposto Monsignor Tardelli, è di fondamentale importanza la conoscenza completa e il rispetto delle leggi vigenti per valutare in maniera puntuale tutti i possibili cambiamenti al di là di ogni interesse”.

Il gruppo di lavoro a livello istituzionale ha chiesto la convocazione dell’Osservatorio sul vivaismo, già regolamentato e istituito appositamente per l’incontro e il confronto di tutte le parti interessate alla salvaguardia del territorio.

“Siamo grati della compiacenza dimostrata da Monsignore nell’avergli portato a conoscenza la nostra voce e la nostra presenza. Di fatto le associazioni e i comitati che rappresentano molti cittadini dei territori sono i veri guardiani della nostra terra , ed è pratica trasparente e corretta sentire ogni volta , tutte le campane. Siamo certi e speranzosi che con la volontà di tutti avremo sviluppi positivi per i l nostro territorio e confidiamo che un percorso partecipativo da parte di chi abita questa terra sia dovuto a tutti”.

Leggi anche: Vicofaro, si muove il Vescovo Tardelli: proposto un tavolo di lavoro per soluzioni all’emergenza

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità