Cronaca
CRONACA

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile arrestano un uomo per rapina con la collaborazione di un cittadino senegalese

L’extracomunitario dopo le formalità di rito è stato tradotto presso il carcere di Prato a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile arrestano un uomo per rapina con la collaborazione di un cittadino senegalese
Cronaca Piana, 20 Agosto 2021 ore 15:44

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile arrestano un uomo per rapina con la collaborazione di un cittadino senegalese

L’intensificazione dei servizi preventivi delle FF.OO. nei fine settimana lungo le vie di Montecatini Terme, ha consentito a Carabinieri e Polizia di poter intervenire istantaneamente dall’esecuzione di una rapina perpetrata ai danni di una giovane minorenne. Reato che per la condotta esagitata dell’autore poteva avere gravi conseguenze per le persone presenti sul posto. 

Intorno alle ore 23:45 del 19 agosto 2021, i militari della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Montecatini Terme, coadiuvati dal personale del locale Commissariato,  hanno tratto in arresto per il reato di rapina un cittadino marocchino 34enne, senza fissa dimora, irregolare sul territorio nazionale. 

L’extracomunitario,  mentre si trovava in Piazza del Popolo, con il pretesto di chiedere del tabacco, si avvicinava ad una ragazza minorenne in compagnia di altri due coetanei, strappandole repentinamente dalle mani il proprio cellulare Iphone.

L’autore è risultato positivo all’utilizzo dei cannabinoidi

L’autore, risultato in seguito in forte stato di ubriachezza e positivo all’utilizzo dei cannabinoidi,  per assicurarsi la fuga dava uno schiaffo al volto ad uno dei tre ragazzi  che si erano messi al suo inseguimento per recuperare l’apparecchio telefonico. 

Le numerose persone presenti in piazza che avevano assistito all’episodio criminale, facevano pervenire diverse  richieste di intervento alle forze dell’ordine.

La deprecabile condotta del nordafricano, veniva poco dopo bloccata da un cittadino senegalese 41enne, residente nel comune di Uzzano e regolare sul territorio nazionale, il quale, intervenendo a difesa dei tre giovani, affrontava con non comune senso civico il marocchino riuscendo a recuperare il cellulare della ragazza. 

L’esagitato, per evitare di essere bloccato e farsi largo tra la folla impaurita, estraeva una lametta per rasoio da barbiere, intimando al senegalese di farsi da parte. Questi dapprima indietreggiava all’avanzare del marocchino che lo minacciava con l’arma; poi, con una mossa fulminea e con molto coraggio, incurante per la sua incolumità, lo disarmava scaraventandolo in terra per immobilizzarlo fino all’arrivo immediato dei Carabinieri che lo hanno preso in consegna e dichiarato in stato di arresto. 

L’extracomunitario dopo le formalità di rito è stato tradotto presso il carcere di Prato a disposizione dell’A.G..