Furto di 9 libri in biblioteca: studente 24enne rintracciato alla stazione e denunciato

Dopo la perquisizione, all’interno di uno dei borsoni, sono stati rinvenuti nove libri di letteratura italiana che recavano i bollini di catalogazione della biblioteca.

Pistoia, 04 Aprile 2019 ore 10:51

Un furto in biblioteca da parte di un giovane incensurato. Era venuto a Pistoia per trascorrere qualche giorno di vacanza, come ospite di vecchi amici e compagni di liceo, per ricordare i vecchi tempi.
Oggi era in programma il suo rientro a Padova, città dove attualmente vive e studia: gli agenti della Polizia Ferroviaria lo hanno bloccato pochi istanti prima di salire sul treno diretto a Firenze da dove avrebbe preso la coincidenza per la sua città.

Stava salendo sul treno per andare a Padova

È stato così denunciato per furto un ragazzo italiano di 24 originario di Pistoia, che attualmente vive a Padova, dove frequenta l’università. Il ragazzo, peraltro privo di documenti, non ha opposto resistenza e ha seguìto gli agenti negli uffici dove è stato sottoposto ad una perquisizione personale.
Lo stesso, in particolare, aveva una fortissima somiglianza con l’individuo che pochi minuti prima si era reso responsabile di un furto all’interno della biblioteca San Giorgio dalla quale si era frettolosamente allontanato con due grosse borse inseguito per un breve tratto da due dipendenti.
Per questo era stato contattato il 113 al quale era stata fatta  una descrizione dettagliata del ragazzo poi fornita via radio alle pattuglie sul territorio.

Gli agenti della Polfer in servizio di vigilanza nello scalo ferroviario cittadino, fra le numerose persone presenti in quel momento, hanno  individuato il ragazzo che corrispondeva perfettamente alla descrizione del fuggitivo che si stava dirigendo verso il treno in imminente partenza.
Dopo la perquisizione, all’interno di uno dei borsoni, sono stati rinvenuti nove libri di letteratura italiana che recavano i bollini di catalogazione della biblioteca.
Il ragazzo, incensurato, che si trovava nella biblioteca per salutare un amico, nell’attesa ha pensato bene di fare scorta di qualche testo per completare i suoi studi; quando i dipendenti della biblioteca sono giunti nell’ufficio della Polfer per sporgere denuncia lo hanno subito riconosciuto come l’autore del furto.

Per tali ragioni è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per il reato di furto aggravato mentre i libri sottoposti a sequestro poiché costituenti corpo di reato.
Dopo le formalità di rito lo studente universitario è stato rilasciato.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità