L'operazione

Fornisce alla Polizia falsi documenti, arrestato 22enne nei pressi dell’Ipercoop di Massa e Cozzile

Polizia di Stato del Commissariato di Montecatini Terme in azione nel parcheggio del centro commerciale Ipercoop di Montecatini Terme: arrestato un 22enne di etnia rom per aver presentato documenti falsi e per una precedente pena da terminare di scontare.

Fornisce alla Polizia falsi documenti, arrestato 22enne nei pressi dell’Ipercoop di Massa e Cozzile
Valdinievole, 29 Agosto 2020 ore 13:17

Lavoro intenso di identificazione di un 22enne rom nel parcheggio del centro commerciale Ipercoop “Montecatini” di Massa e Cozzile: aveva documenti croati risultati non conformi ed una pena da finire di scontare per altri reati a Roma di un anno. Trasferito all’Istituto per Minori di Firenze.

Consegna documenti falsi alla Polizia, arrestato 22enne rom nel parcheggio dell’Ipercoop

Nell’ambito dei servizi specifici effettuati per la prevenzione dei reati predatori, in particolar modo furti in abitazione ed all’interno degli esercizi commerciali, nel pomeriggio di ieri venerdì 28 agosto personale della Polizia di Stato individuava un veicolo sospetto in sosta nel parcheggio del centro commerciale Ipercoop “Montecatini” nel Comune di Massa e Cozzile. Nello specifico si trattava di un camper intestato ad una donna di etnia rom, pluripregiudicata e residente a Roma, controllata diverse volte nell’ultima settimana insieme ad altri rom tra cui alcuni con precedenti di polizia per furti in abitazione.

Dopo un breve appostamento, si notavano dei soggetti risalire a bordo del mezzo e, pertanto, venivano identificati dalle pattuglie operanti.
Tra di essi vi era un 22enne, totalmente sconosciuto nelle banche dati interforze, il quale esibiva un documento di identità croato che destava sospetti di genuinità agli operatori. Difatti, grazie all’esperienza operativa degli Agenti del commissariato di Montecatini Terme sul falso documentale, venivano individuati segni e particolari non conformi alle caratteristiche originali del documento, oltre alla mancata reazione alla lampada UV dello stesso.

Venivano quindi approfonditi gli accertamenti sul soggetto mediante fotosegnalamento e rilievi dattiloscopici, all’esito dei quali si appurava la vera identità dello stesso, con a suo carico precedenti di Polizia per furti in abitazione ed una cattura per esecuzione ordine pena per fatti risalenti a quando era minorenni, avvenuti in Roma, e per i quali doveva scontare una pena residua di 1 anno.

Al termine delle formalità di rito, N.A. queste le sue iniziali, veniva tradotto presso l’Istituto Penale per i Minorenni di Firenze ed, inoltre, veniva segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pistoia per false attestazioni a Pubblico Ufficiale ed uso di atto falso.

Nei suoi confronti veniva, altresì, avviato il procedimento amministrativo del foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno nei comuni di Montecatini Terme, Massa e Cozzile e Pieve a Nievole.

LEGGI ANCHE: Escono di casa ma sono in isolamento Covid, due sanzionati a Pieve a Nievole

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità