La risposta

Esorcismi di don Palazzi, la condanna del Vescovo: “Comportamento non giustificabile”

Dopo il servizio de "Le Iene" non si fa attendere l'affondo del Vescovo di Pistoia, monsignor Fausto Tardelli, sull'operato portato avanti da don Paolo Palazzi parroco dell'Immacolata.

Esorcismi di don Palazzi, la condanna del Vescovo: “Comportamento non giustificabile”
Pistoia, 10 Giugno 2020 ore 10:58

Dopo la diffusione del nuovo servizio de “Le Iene” su Italia1 sulle pratiche portate avanti dal parroco dell’Immacolata a Pistoia, ecco la dura presa di posizione da parte del Vescovo di Pistoia, monsignor Fausto Tardelli.

Dopo il ritorno alla Messa, il video e la condanna del Vescovo su don Palazzi

Questo il comunicato stampa diffuso dalla Diocesi di Pistoia in merito agli sviluppi emersi dal nuovo servizio video de “Le Iene” su Italia1 andato in onda la sera di martedì 9 giugno sul seguito del precedente che risaliva ad un mese fa dove si vedono le “pratiche” utilizzate da don Paolo Palazzi, sacerdote dell’Immacolata a Pistoia, su una coppia (in realtà di attori) che chiedeva a lui di essere liberata dalle maledizioni sessuali di don Filippo Bellini.

Pur non avendo ragione di mettere in dubbio la rettitudine di don Palazzi fin qui dimostrata, come possono attestare tutti coloro che lo conoscono, da quanto si vede nel filmato delle Iene, e per come lo si vede, risultano gesti, parole e ritualità che, o non sono opportuni o non consentiti nelle semplici benedizioni quale doveva essere quella praticata da don Paolo, oppure, molto peggio, discutibili, assolutamente fuori da quanto indicato dalla chiesa e non accettabili in alcun modo.

Tra l’altro preme precisare che don Paolo Palazzi non è mai stato autorizzato a compiere esorcismi ma solo benedizioni, secondo il Benedizionale approvato dalla Chiesa. Quanto si è visto e per come si è visto, pur tenendo conto anche della manipolazione cui lo strumento televisivo facilmente si presta, non può essere minimamente giustificato nemmeno dalla buona fede. Anzi deve essere fermamente condannato e respinto.

Mons. Vescovo in questa occasione chiarisce che nessun presbitero della diocesi di Pistoia può compiere gesti del genere, ne è autorizzato benché meno a compiere esorcismi o benedizioni che non siano contemplate per le parole e per i riti nel Benedizionale approvato.

LEGGI ANCHE: Dal “prete smanaccione” agli esorcismi ose’ alla Diocesi di Pistoia

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità