UN ASTRO NASCENTE

Esmeralda, la nuova voce d’oro pistoiese di appena 13 anni

Tanti i sogni nel cassetto. Intanto è seguitissima sul proprio canale Youtube, Instagram e Tik Tok.

Esmeralda, la nuova voce d’oro pistoiese di appena 13 anni
Pistoia, 05 Settembre 2020 ore 13:26

Classe 2007, 13 anni da compiere a dicembre, Esmeralda Mammoli appassionata di musica e canto, sotto la guida delle sue insegnanti Serena Nacci e Chiara Guarducci, ha iniziato a studiare e sta compiendo un percorso notevole. Su You Tube, con il suo canale musicale aperto all’età di 8 anni, che porta il suo nome: “Le canzoni di Esmeralda”, si possono ascoltare numerosi brani da lei interpretati, e si può ben vedere la sua crescita, anche nella musicalità e maturità della voce. Una simpatia innata, la sua, la si può vedere anche dal modo che ha di presentarsi al suo pubblico, prevalentemente giovane, nei suoi video clip.

La storia

Ho incontrato Esmeralda, grazie al consenso dei genitori Serena Nacci e Andreas Mammoli.
Dopo i primi momenti, si mette a suo agio, e la timidezza lascia spazio ad un sorriso raggiante.
Non solo You Tube, dove ha già numerosi fan, ma presente anche con le “storie” su Instagram, e Tik Tok, dove segui i tuoi idoli: Cole Sprouse, i Maneskin, e poi Riki, che ha incontrato personalmente. Tanta la tua ammirazione per lui, da aver tappezzato le pareti della tua cameretta con le sue immagini?
«Una emozione grandissima, mai avrei immaginato di potercela fare ad incontralo. Ho pianto a dirotto».

L’idolo del cuore, così tanto da seguirlo in giro per l’Italia, durante i Tour, grazie si suoi genitori, felici di accompagnarla nei suoi sogni.
«Perché lo merita – hanno detto entrambi – molti sono stati i concerti ai quali ha partecipato, ed a Firenze ha avuto la grande soddisfazione di poterlo conoscere di persona, nel backstage. Noi, emozionati con lei».

Un astro nascente della musica

Esmeralda Mammoli è una teenager pistoiese dalla voce pulita e capace di toccare tonalità importanti, così come le corde del cuore di chi la ascolta, sin da piccola già in grado di promettere un buon futuro nel campo del canto. I suoi video, curati nella forma e nella scenografia dalle sue insegnanti di canto, ritraggono spesso angoli di Pistoia, perché?
«Mi piace girare le scene nella mia città, così da poterla valorizzarla meglio – ha detto – La musica è un hobby e la scuola, ovviamente, viene prima di tutto: mi piacciono molto le lingue, e sto già pensando di proseguire in questa strada dopo il diploma. Ma il canto fa parte di me, ed è uno spazio di vita importante. Per arrivare a cantare bene, però, occorre impegno e tanto studio, ma se hai la famiglia dalla tua, come io ho la fortuna di avere, e se si viene seguiti bene, da una scuola seria, è possibile raggiungere buoni risultati, e chissà, magari anche di farcela».
Figlia di due persone eclettiche: padre Andreas, amante dei viaggi e delle scoperte in giro per il mondo, zaino in spalla, e trainer sportivo, e poi Serena. Come potrebbe non seguire la passione di sua figlia, che praticamente ha respirato canto sin dalla pancia della mamma. Mamma che è anche una bravissima professionista nel campo, tanto da essere arrivata in finale con un testo inedito nella selezione sanremese.

Il racconto della madre

«Esmeralda – ha detto la madre – ha sin da piccola manifestato un talento naturale e tanta passione per il canto che abbiamo voluto sostenere avviandola ad una scuola. Anche io insegno canto e recitazione musical ai bambini, attraverso la fiaba, ma sarebbe stato un errore se avessi preso sotto l’ala mia figlia. Gli insegnamenti devono provenire da estranei alla famiglia, per essere davvero autorevoli. Con i genitori c’è troppa confidenza: condividiamo molto, quando frequenta le lezioni che tengo assieme alla mia collega Ilaria Bonacchi, allo Spazio Melòs, dedicato ai bambini e ragazzi, ma per il canto, l’ho affidata a due guide straordinarie».

E per il futuro ci sono tanti sogni nel cassetto

Ed il futuro per Esmeraldas come potrà essere?
«Seguo tutto ciò che riguarda la musica – ha concluso il baby prodigio – perché c’è sempre da imparare. Non è facile arrivare alla ribalta, questo lo so bene: tante le combinazioni che si devono intrecciare ma io non demordo. Studierò, e poi si vedrà…»
Una ragazza che, gambe in spalla, è intenzionata a fare molta strada. Decisa, anche se a prima vista è la timidezza e la riservatezza a disegnare la sua immagine.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità