Cronaca
La vicenda

Di nuovo a "Le Iene" don Filippo, l'ex parroco di Castelmartini: avrebbe chiesto soldi ai fedeli

A distanza di sei anni dallo scoppio dello scandalo nella parrocchia di Castelmartini, a Larciano, il programma tv "Le Iene" ha nuovamente rintracciato don Filippo Bellini che all'epoca dei fatti fu allontanato. Oggi, a parlare, sono alcuni parrocchiani: oltre ai palpeggiamenti dell'epoca, spuntano richieste di soldi.

Di nuovo a "Le Iene" don Filippo, l'ex parroco di Castelmartini: avrebbe chiesto soldi ai fedeli
Cronaca Valdinievole, 13 Maggio 2020 ore 09:42

Nella puntata del programma televisivo "Le Iene" di Italia1, andata in onda martedì 12 maggio 2020, la "iena" toscana Andrea Agresti è tornato a parlare dell'ex parroco di Castelmartini, Larciano, don Filippo Bellini che fu smascherato nel 2014 dalla trasmissione: adesso arrivano nuove rivelazioni da parte dei fedeli. "Ci ha chiesto soldi".

"Le Iene" di nuovo da don Filippo Bellini

GUARDA QUI IL VIDEO COMPLETO DEL SERVIZIO

A distanza di sei anni dallo smascheramento di quel che stava succedendo, il programma tv di Italia1 "Le Iene", con la "iena" Andrea Agresti, è tornata sulle tracce di don Filippo Bellini, all'epoca dei fatti (2014) parroco della parrocchia di Castelmartini a Larciano (ma la diocesi è quella di San Miniato, non quella di Pistoia).

Il sacerdote fu allontanato perché smascherato a fare "trattamenti" per allontanare il demonio dalle persone che andavano in canonica attraverso palpeggiamenti, come dimostrato dalle telecamere nascoste. Stavolta l'aggiornamento della vicenda arriva perché, a distanza di anni, alcuni parrocchiani "fedelissimi" hanno deciso di raccontare cosa succedeva all'epoca, facendo spuntare anche richieste precise da un punto di vista economico per donazioni e fondi che, a quanto pare, non sono mai esistiti.

Con una di queste parrocchiane che, all'epoca, sborsò anche 15mila euro che non ha mai rivisto.

Così la "iena" Andrea Agresti si è rimessa nuovamente sulle tracce di don Filippo, che vive a Pistoia, nei mesi scorsi come si riconosce bene dalle immagini tv: l'inseguimento sulla tangenziale, il tentativo di chiedere spiegazioni lungo viale Adua fino alla visita alla caserma dei Carabinieri di viale Italia dove, dopo essere entrato, don Filippo ha ottenuto che un'auto lo potesse "scortare" fino alla propria abitazione sfuggendo così alle richieste di Agresti.

LEGGI ANCHE: In arrivo 4 milioni per le strade regionali a Larciano

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter