Menu
Cerca

Covid-19, scende leggermente per Pistoia (da 370 a 358) l’incidenza dei nuovi casi ogni 100mila abitanti

Covid-19, scende leggermente per Pistoia (da 370 a 358) l’incidenza dei nuovi casi ogni 100mila abitanti
Cronaca Pistoia, 17 Marzo 2021 ore 10:16

I numeri dicono che, per ora, non sembra esserci alcun tipo di speranza che la provincia di Pistoia possa uscire dalla zona rossa nella quale è nemmeno nella prossima settimana: questo vorrebbe dire rimanere con le scuole chiuse ancora altri sette giorni.

Incidenza nuovi casi Covid-19, a Pistoia si passa da 370 a 358

I numeri, nonostante la provincia di Pistoia sia in “zona rossa” oramai da 16 giorni, sono ancora impietosi purtroppo per il territorio visto che i benefici di questi provvedimenti restrittivi sembrano non essere ben visibili in termini di calo dei contagi. E con la situazione ospedaliera davvero ad un passo dal collasso (reparti di fatto pieni sia al San Jacopo che a Pescia), il quadro per la provincia di Pistoia resta molto critico.

Rispetto a qualche giorno fa quando la provincia di Pistoia era addirittura fra le prime dieci a livello nazionale, adesso la classifica è leggermente migliore anche perché il virus ha preso a galoppare di nuovo in maniera molto veloce anche in altre zone.

E così dal 9° posto registrato il 7 marzo scorso, adesso Pistoia si posiziona al 23° posto, sempre seconda in Toscana alle spalle di Prato che è a 384.

4 foto Sfoglia la gallery

Come si può vedere dalle altre immagini che trovate all’interno dell’articolo, la soglia di Pistoia sui nuovi casi rimane sempre molto alta rispetto a quelli che sono i parametri della zona rossa e, negli ultimi giorni, soltanto Prato sta facendo peggio.

Per quanto riguarda un confronto più ampio, invece, si nota come l’incidenza dei nuovi casi ha superato anche quota 400 nei giorni scorsi e che adesso è in leggera discesa già da qualche giorno ma ovviamente si tratta di numeri non ancora soddisfacenti.

Così come sono basse anche le percentuali delle persone vaccinate con la prima dose somministrata a poco meno del 9% della popolazione, mentre per la seconda si scende al 3.83%.

Tutte le informazioni ulteriori si trovano sull’apposito sito.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli