Cronaca
Il contagio

Coronavirus, 25 nuovi positivi e 3 decessi nel pistoiese l'11 aprile

I nuovi aggiornamenti sull'avanzata del coronavirus in Toscana e, nello specifico, in provincia di Pistoia: purtroppo tre nuove vittime e ben 25 nuovi casi di positività. La tendenza, pertanto, non va verso il basso e nel capoluogo si registra un notevole aumento anche se la maggior parte delle persone sono in isolamento domiciliare.

Coronavirus, 25 nuovi positivi e 3 decessi nel pistoiese l'11 aprile
Cronaca Pistoia, 11 Aprile 2020 ore 21:11

Il bollettino fornito da Asl Toscana Centro e Regione Toscana in merito ai positivi da coronavirus aggiornato a sabato 11 aprile: i numeri ancora non calano in provincia di Pistoia e si registrano, purtroppo, tre nuove vittima fra cui la prima del territorio di Montale.

Coronavirus, i dati del contagio in provincia di Pistoia all'11 aprile

I dati odierni si aprono, purtroppo, con l'accertare una nuova vittima: un uomo di 88 anni, ricoverato già da qualche giorno all'ospedale San Jacopo, che non ce l'ha fatta. Si tratta, fra l'altro, del primo deceduto del comune di Montale, come riportato dal sindaco Ferdinando Betti. Oltre a questo decesso, secondo i dati diffusi da Asl Toscana Centro ci sono altre due persone, al momento ignota la loro identità, che hanno perso la vita: con questi aggiornamenti si arriva a superare quota 60 sul nostro territorio.

Questi, invece, i dati complessivi sulla giornata secondo quanto diffuso da Asl Toscana Centro con la presenza di 25 nuovi casi positivi ed una infornata particolarmente preoccupante per quanto riguarda il capoluogo, con ben 16 nuovi positivi in più: numeri che non si registravano da qualche tempo.

Questa la suddivisione: Agliana 1, Buggiano 1, Monsummano Terme 1, Montecatini Terme 2, Pescia 2, Pistoia 16, Serravalle Pistoiese 2.

A fronte di questi dati complessivi, va detto che la maggior parte di queste positività riguarda pazienti che sono in isolamento domiciliare visto che i ricoveri odierni al San Jacopo, in tutto, sono stati sette per la giornata odierna (con arrivi anche da altre province). Questo porta il totale dei presenti all'interno dell'ospedale a quota 65: di questi, 17 sono in terapia intensiva e sono arrivate, sempre nelle ultime 24 ore, 10 dimissioni.

LEGGI ANCHE: Le Forze dell'Ordine rendono omaggio al personale ospedaliero a Pescia e Pistoia

Coronavirus, i dati del contagio in Toscana all'11 aprile

Dopo le polemiche dei giorni scorsi sull'affidabilità dei dati diffusi da Regione Toscana ed Asl in merito al contagio, ecco che oggi - sabato 11 aprile - la Regione cambia metodologia di invio delle comunicazioni.

Sono 231 casi positivi rilevati oggi in Toscana (nuovo incremento importante rispetto al 10 aprile), un dato che porta il numero complessivo dall’inizio dell’epidemia a 6.958. I tamponi eseguiti oggi sono stato 3.755, che sommati a quelli svolti nei giorni precedenti fissa il numero complessivo a 75.756, quarta regione in Italia. I laboratori di microbiologia toscani nelle ultime 24h hanno analizzato complessivamente 5.188 tamponi. Si tratta di quelli con diagnosi certa e il numero complessivo si riferisce ad analisi effettuate in più giorni e che erano in attesa di essere processate.

La casistica grave continua a diminuire: il numero dei ricoveri generali si assesta a 1.234, di cui 237 in terapia intensiva. Complessivamente sono 33 in meno rispetto a ieri, di cui 19 in terapia intensiva, il dato più basso dal 26 di marzo.

Sono 13 i deceduti registrati oggi: 5 nella Asl Nord Ovest, 7 nella Centro ed 1 nella Sud est. Questo è il dato più basso a partire dal 30 di marzo ed assesta la Toscana al 6.7% di letalità (% dei deceduti sui casi) , quasi la metà rispetto al dato nazionale (calcolato però alla data di ieri) che era del 12,8%. Il fenomeno che emerge con maggiore positività per il futuro è il numero dei guariti che anche oggi sono 48, e 499 in totale, un dato che da alcuni giorni, e lo sarà sempre di più, supera stabilmente quello dei deceduti. I dati riportati in questo comunicato sono stati elaborati dall'Agenzia regionale di sanità e dall'Unità di crisi Coronavirus.

Seguici sui nostri canali