AGGIORNAMENTO

Coronavirus, 26 nuovi casi in provincia il 19 marzo: 18 registrati a Pistoia

Sono tutte in buone condizioni secondo il bollettino dell'Asl: quattro casi anche a Quarrata, 2 ad Agliana, uno a Montecatini e a Pieve a Nievole.

Coronavirus, 26 nuovi casi in provincia il 19 marzo: 18 registrati a Pistoia
Pistoia, 19 Marzo 2020 ore 20:04

Sono 91 casi positivi nei territori dell’Ausl Toscana Centro nella giornata di oggi, giovedì 19 marzo. Di seguito il dettaglio. Ad oggi risultano inoltre 9 decessi nei territori dell’Ausl Toscana Centro. I contagi sono 47 nel fiorentino, 12 casi nel pratese, 6 nell’empolese e ben 26 nel nostro territorio pistoiese, quindi cinque in più di mercoledì, con un picco che è ancora più alto.

Ecco i 26 casi nel territorio pistoiese:

U, 86, Agliana, buone, San Jacopo

U, 54, Agliana buone, San Jacopo

U, 44, Montecatini Terme, buone, San Jacopo

U, 80, Pieve a Nievole, buone in quarantena nel proprio domicilio

U, 81, Pistoia, buone, San Jacopo

U, 63, Pistoia, buone, San Jacopo

D, 78, Pistoia, buone, in quarantena nel proprio domicilio

D, 59, Pistoia buone, San Jacopo

D, 86 Pistoia, buone, San Jacopo

U, 91 Pistoia, buone, San Jacopo

D, 88, Pistoia, buone, in quarantena nel proprio domicilio

U, 78 Pistoia buone, San Jacopo

D, 68 Pistoia buone, San Jacopo

D, 69 Pistoia buone, San Jacopo

D, 18, Pistoia buone, in quarantena nel proprio domicilio

D, 47, Pistoia, buone, in quarantena nel proprio domicilio

D, 98, Pistoia buone, San Jacopo

U, 54, Pistoia buone, in quarantena nel proprio domicilio

D, 84 Pistoia buone, San Jacopo

U, 64 Pistoia buone, San Jacopo

U, 78 Pistoia buone, San Jacopo

U, 42 Pistoia buone, in quarantena nel proprio domicilio

U, 42, Quarrata buone, San Jacopo

D, 85 Quarrata buone, San Jacopo

D, 26 Quarrata buone, San Jacopo

D, 61 Quarrata buone, San Jacopo

Coronavirus, i dati in Toscana del 19 marzo 2020

Sono 152 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino (mercoledì erano stati 277), analizzati nei laboratori toscani. Salgono dunque a 1.482 i contagiati dall’inizio dell’emergenza. 17 guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”), 8 guarigioni cliniche e 38 decessi.

I casi attualmente positivi in cura rimangono dunque 1.419. Spetterà in ogni caso all’Istituto superiore di sanità attribuire le morti al Coronavirus: si tratta infatti di persone, da 65 a 100 anni, tutte affette da più patologie.

Questi i decessi che si sono verificati in Toscana, con l’indicazione di sesso, età, comune del domicilio: M, 79 anni, Pisa; M, 77, Licciana Nardi; M, 87, Mulazzo; M, 84, Villafranca in Lunigiana; M, 81, Castelnuovo in Garfagnana; M, 70, Agliana; M, 98, Livorno; M, 93, Pisa; F, 92, Lucca; F, 94, Livorno; M, 65, Fivizzano; F, 96, Mulazzo; F, 79, Firenze; M, 88, Poggibonsi; M, 83, Livorno; M, 70, Quarrata; F, 100, Carmignano; F, 69, Montopoli Valdarno; M, 87, Carrara; M, 77, Lucca; M, 82, Camaiore; M, 72, Lucca; F, 81, Lucca; F, 80, Capannori; M, 82, Porcari; M, 81, Montignoso; F, 78, Forte dei Marmi; M, 82, Carrara; F, 91, Fivizzano; M, 78, Stazzema; M, 66 Collesalvetti; M, 81, Viareggio; F, 80, Villafranca; F, 91, Firenze; M, 81, Firenze; F, 89, Empoli; M, 83, San Marcello; M, 89, Prato.

Per quanto riguarda i ricoveri, ad oggi sono in totale 679, di cui 178 in terapia intensiva.

Questi i numeri che fotografano la situazione toscana a giovedì 19 marzo, così come sono stati trasmessi dall’assessorato al diritto alla salute al Ministero della salute, e comunicati dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli.

Di 1.482 tamponi fino ad oggi risultati positivi al test, questa è la suddivisione per provincia di segnalazione, che non sempre corrisponde necessariamente a quella di residenza: 349 Firenze, 145 Pistoia, 70 Prato (totale Asl centro: 564), 230 Lucca, 200 Massa-Carrara, 146 Pisa, 62 Livorno (totale Asl nord ovest: 638), 89 Grosseto, 78 Siena, 113 Arezzo (totale sud est: 280).

Dal 1° febbraio ad oggi nei laboratori toscani sono stati effettuati in tutto 8.873 tamponi, su 7.871 persone (in alcuni casi sono stati effettuati più test per lo stesso paziente).

Dal monitoraggio giornaliero sono invece 7.433 le persone in isolamento domiciliare in tutta la Toscana: 2.040 nella Asl centro, 2.832 nella Asl nord ovest, 2.561 nella Asl sud est.

Cosa fare in caso di contatto stretto con un caso positivo

L’Ausl Toscana Centro, in riferimento alla possibilità di avvenuto contatto stretto con casi positivi da Covid-19 accertati, attiva immediatamente l’indagine epidemiologica tramite le strutture di Igiene Pubblica del Dipartimento di Prevenzione al fine di ricostruire i percorsi del soggetto positivo nei giorni precedenti alla comparsa dei sintomi.

Sulla base dei risultati dell’indagine, i contatti individuati come stretti dovranno seguire la quarantena della durata di 14 giorni dall’avvenuto contatto con il caso positivo, così come previsto dalle indicazioni ministeriali e regionali.

Si ricorda che per contatto stretto si intende: una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso di COVID-19 (per esempio la stretta di mano), una persona che vive nella stessa casa di un caso di COVID-1, una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso di COVID-19, a distanza minore di 2 metri e di durata maggiore a 15 minuti.

L’Azienda sanitaria, dall’inizio dell’emergenza, ha attivato un numero dedicato lo 0555454777, destinato esclusivamente ad informazioni di tipo sanitario a partire da coloro che ritengono di aver avuto un contatto stretto con un soggetto positivo e non sono stati individuati dall’indagine epidemiologica. Una sorta di auto segnalazione.

Il servizio è attivo 7 giorni su 7 dalle ore 8.00 alle ore 20.00.

E’ importante ricordare a tutti coloro che si trovano in quarantena che, alla comparsa di sintomi, quali febbre, tosse o difficoltà respiratoria, devono contattare immediatamente il proprio medico di famiglia per informarlo del proprio stato di salute.

Nel momento in cui il quadro clinico dovesse aggravarsi sarà il medico a contattare il 118 per il trasporto e la conseguente presa in carico in ospedale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità