Allarme rosso

Contagi nelle Rsa in provincia: 18 positivi all’Oami di Quarrata e 22 a Cantagrillo

Situazione complicata in due Rsa della piana pistoiese dove sono scoppiati due distinti focolai di coronavirus: nessun positivo fra gli operatori, per ora, mentre per gli ospiti la situazione è ben differente.

Contagi nelle Rsa in provincia: 18 positivi all’Oami di Quarrata e 22 a Cantagrillo
Piana, 18 Novembre 2020 ore 22:29

In questa seconda ondata di contagio da coronavirus, arriva la doccia gelata per le Rsa pistoiesi: finora del tutto evitate dalla pandemia, ecco che nel tardo pomeriggio di mercoledì 18 novembre sono esplosi i casi a Quarrata ed a Cantagrillo.

Contagi nelle Rsa, la situazione a Quarrata e Cantagrillo

Situazione preoccupante e da monitorare nelle prossime ore per quanto riguarda due Rsa, delle quali una casa famiglia, nella piana pistoiese dove si è insinuato in maniera importante il coronavirus facendo rilevare numerosi casi di positività (che non dovrebbero essere compresi nel bollettino pubblicato oggi dalla Regione ma che saranno inseriti in quello di domani, giovedì 19 novembre).

I due focolai riguardano la casa famiglia Oami di Quarrata che, al suo interno, ha 18 pazienti ospiti e sono risultati tutti quanti positivi al tampone mentre, al momento, non sembra ci siano casi fra gli operatori.

La seconda struttura è invece la Rsa di Cantagrillo: qui, a fronte di una presenza di 26 pazienti, 22 tamponi sono risultati positivi e quindi anche in questo caso l’allerta è massima. Come per Quarrata, al momento, non sembrano esserci positività fra gli operatori.

Contagi nelle Rsa, la nota dell’Asl Toscana Centro

Questa la nota ufficiale dell’Asl Toscana Centro diffusa in serata.

In questi ultimi giorni si sono manifestati ospiti positivi al Covid19 in due strutture residenziali per disabili e anziani nel territorio pistoiese: la Rsa situata in località Cantagrillo e la residenza Oami di Quarrata.

Appena giunta la segnalazione è intervenuto il team multidisciplinare Usca -Unità speciali di continuità assistenziale che ha effettuato le visite e i test diagnosi ai pazienti sintomatici evidenziando positività al coronavirus. A questo punto i servizi territoriali si sono attivati per effettuare i tamponi a tutti gli ospiti riscontrando un quadro di diffusa positività in ambedue le strutture.

Nelle due strutture è intervenuto anche il Girot- Gruppo intervento rapido ospedale-territorio, il team multi-professionale coordinato dal direttore della unità di Geriatria pistoiese il dottor Carlo Biagini, che ha preso in carico i pazienti a più alta complessità clinica.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità