Lavori pubblici

Conclusi i lavori di restauro al palazzo comunale di Ponte Buggianese

Concluso il restauro della facciata, oltre ad altre opere di efficientamento, del Palazzo Comunale di Ponte Buggianese: l'orgoglio del sindaco, Nicola Tesi.

Conclusi i lavori di restauro al palazzo comunale di Ponte Buggianese
Cronaca Valdinievole, 19 Dicembre 2020 ore 10:15

Si sono conclusi i lavori di efficientamento energetico e restauro conservativo del Palazzo Comunale di Piazza del Santuario a Ponte Buggianese. I lavori sotto la direzione tecnica dello Studio Azeta Progetti dell’ingegner Rossano Nucci, per la somma complessiva di € 213.500,00 di cui € 60.000,00 grazie al contributo della Fondazione Caripit relativo ai Cantieri Smart 2019, ha visto aggiudicarsi il lavoro la ditta Giuliano Luti di Barga ed operare diverse imprese del territorio quali Edildea di Altopascio, Sider Piu’ di Castelnuovo Garfagnana, Maurizio Pennacchi di Villa Colemandina, TSI di Castelnuovo Garfagnana e Stil Legno di Viareggio.

Restauro concluso al palazzo comunale di Ponte Buggianese

I lavori consistevano nella prima fase del restauro conservativo di tutte le facciate del municipio ed al contempo stesso dovendo operare dentro l’alveo del fiume Pescia, i suddetti lavori sono stati svolti nel periodo di giugno/settembre. Una volta conclusi i lavori di restauro conservativo, si è proceduto alla riqualificazione energetica del municipio, con la sostituzione di tutti gli infissi (persiane e finestre). Successivamente i lavori hanno riguardato la tinteggiatura sia esterna che interna di tutti gli uffici e quale ultimo atto, l’installazione permanente dell’illuminazione scenografica sulla facciata di tutto l’edificio.

“Con la conclusione – afferma il Sindaco Nicola Tesi – di questo importante lavoro, voglio ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per rendere il nostro Municipio ancora più bello. L’illuminazione scenica che ci permetterà di poter ruotare moltissimi colori, compreso il nostro tricolore nazionale, ci rende ancora più orgogliosi di quanto realizzato. Sarà nostra cura, appena cessata la pandemia del covid-19 inaugurare come merita quest’importante opera realizzata anche grazie al Contributo della Fondazione Caripit. Nei prossimi giorni varieremo ancora i colori con lo scopo di rendere meno amaro queste festività natalizie diverse.”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità