Pieve a Nievole

Conclusi i lavori all’acquedotto del Pollino: intervento propedeutico al raddoppio della linea ferroviaria

Sostituiti 1200 metri di condotta. Investimento da 1,3 milioni di euro con l’obiettivo di eliminare le interferenze tra l’acquedotto e la ferrovia e migliorare il servizio idrico.

Conclusi i lavori all’acquedotto del Pollino: intervento propedeutico al raddoppio della linea ferroviaria
Piana, 20 Agosto 2020 ore 15:52

Conclusi i lavori all’acquedotto del Pollino: intervento propedeutico al raddoppio della linea ferroviaria

È terminato ufficialmente nella notte tra il 5 e il 6 agosto, con il collegamento della nuova infrastruttura alla rete idrica, l’importante intervento di Acque SpA sull’acquedotto del Pollino e su un tratto della sua rete di distribuzione, nel comune Pieve a Nievole. I lavori, cominciati nel febbraio scorso, hanno comportato la sostituzione di circa 1200 metri di condotta idrica lungo la Strada Regionale 435 – ovvero via Matteotti – tra le vie Buozzi e Fanciullacci, e in seguito lungo la Strada Regionale Francesca 436.

Intervento necessario per consentire il raddoppio della linea ferroviaria

Il progetto del gestore idrico del Basso Valdarno e della Valdinievole si era reso necessario per consentire il raddoppio della linea ferroviaria Firenze-Lucca. Grazie a questo intervento, le nuove condotte sono state collocate in posizione diversa rispetto al passato (anche tramite la realizzazione di tunnel sotterranei), così da eliminare ogni possibile interferenza con la rete ferroviaria e al contempo assicurare maggiore longevità all’infrastruttura idrica. È stato raggiunto quindi anche un miglioramento del servizio idrico, per qualità e continuità, cui ha contribuito anche il risanamento degli allacci d’utenza nelle strade coinvolte dall’intervento.

Intervento studiato nei minimi dettagli

L’intervento, che ha comportato un investimento di 1,3 milioni di euro, era stato studiato nei minimi dettagli, a partire dalla fase progettuale. Sia Acque che l’amministrazione comunale erano infatti consapevoli degli inevitabili disagi che avrebbero comportato i lavori sia per i residenti che per i tanti automobilisti che utilizzano l’importante arteria viaria, nonché per le attività commerciali del centro. Per questo, con la ditta esecutrice dei lavori e Ferrovie dello Stato, sono stati garantiti numerosi accorgimenti, per minimizzare i tempi di lavorazione e facilitare un più rapido ritorno alla normale viabilità. Discorso simile per quanto riguarda la continuità del servizio idrico, con i lavori per i collegamenti finali delle condotte programmati di notte, così da limitare i disagi dovuti alle temporanee mancanze d’acqua.

“Ringrazio tutto il personale che ha preso parte al progetto – sottolinea il presidente di Acque SpA, Giuseppe Sardu – per la professionalità e l’impegno dimostrato durante un lavoro non facile, in un momento molto complesso a causa dell’emergenza Covid. Un ringraziamento va anche agli utenti, ai commercianti e ai cittadini tutti, per la pazienza durante i mesi in cui hanno dovuto affrontare le modifiche al traffico. L’intervento in via Matteotti è una conferma dell’ottima sinergia con l’amministrazione comunale. Il risultato è un lavoro imponente, svolto in tempi rapidi, che consegna alla città un tratto di rete idrica completamente ammodernato”.

Anche il sindaco Gilda Diolaiuti ringrazia per la collaborazione

“i cittadini, i commercianti e tutti quelli che hanno sopportato i disagi con pazienza e lungimiranza”. “Insieme ad Acque SpA – aggiunge – azienda modello che opera con grande efficacia ed efficienza, abbiamo realizzato una serie di opere propedeutiche al raddoppio ferroviario ma che hanno permesso contestualmente di ammodernare buona parte dell’acquedotto pievarino. Opere magari poco visibili, ma che porteranno benefici straordinari per i decenni successivi. La sinergia fra il comune e Acque ha permesso di effettuare lavori di qualità, rispettando i tempi. Per la nostra amministrazione comunale, è sicuramente un fiore all’occhiello che ci inorgoglisce”.

Sostituite 400 metri di condotte

Nel frattempo, è terminato un altro importante intervento a Pieve a Nievole, in via Lucchese, dove nel tratto a nord a partire dall’incrocio con via della Panzana sono stati sostituiti 400 metri di condotte, per un investimento di 200mila euro. Un ulteriore esempio delle attività programmate sul territorio allo scopo di ammodernare l’acquedotto locale. Nelle prossime settimane saranno garantite le asfaltature sia in via Matteotti e dintorni che in via Lucchese.​

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità