L'iniziativa

Circa 58mila euro del Comune di Quarrata per chiese e centri civici: come fare per partecipare

Nuovi fondi messi a disposizione dal Comune di Quarrata per il sostegno a chiese e centri civici: 58mila euro, come fare per presentare la domanda.

Circa 58mila euro del Comune di Quarrata per chiese e centri civici: come fare per partecipare
Cronaca Piana, 12 Febbraio 2021 ore 18:08

Il Comune di Quarrata ha messo a disposizione circa 58.000 euro a favore di chiese e altri edifici religiosi, centri sociali e attrezzature culturali e sanitarie. Come previsto dalla legge, infatti, una parte dei proventi derivanti da oneri di urbanizzazione secondaria incassati dal Comune l’anno precedente possono essere messi a disposizione di quei soggetti che svolgono attività sociale, culturale e religiosa che ne fanno richiesta. Nello specifico la somma messa a disposizione dal Comune è così ripartita: 30.423,40 euro è destinata agli edifici religiosi, mentre 27.381,06 è a disposizione per i centri civici.

Contributi del Comune di Quarrata per chiese e centri civici

Tali somme sono finalizzate al finanziamento di lavori di manutenzione straordinaria, adeguamento igienico-sanitario ed impiantistico in genere, adeguamento dei requisiti acustici passivi e contenimento consumi energetici, abbattimento barriere architettoniche, ristrutturazione, restauro e risanamento conservativo, ampliamento, sostituzione edilizia, nuove edificazioni.

“Ormai da tempo, ogni anno – spiega l’assessore all’Urbanistica Simone Niccolai – mettiamo a disposizione una parte dei proventi derivanti dagli oneri di urbanizzazione secondaria per sostenere tutte quelle realtà che svolgono sul territorio attività sociale, culturale, religiosa e che intendono eseguire opere di miglioramento delle proprie sedi. Credo, infatti, che sia un concreto segnale di attenzione che l’Amministrazione rivolge a queste realtà, aiutandole nella realizzazione di interventi edili”.

Ciascun intervento potrà ottenere l’assegnazione di un contributo per non più del 50% dell’importo totale dei lavori previsto e le somme saranno erogate solo a consuntivo dopo la conclusione delle opere e la relativa rendicontazione.

I soggetti interessati (Chiesa cattolica e altre confessioni religiose, rappresentanze di centri civici e sociali, attrezzature culturali e sanitarie, ad esclusione di: persone fisiche, società semplici, società di persone, società di capitali, enti di diritto pubblico e soggetti associati per i quali la composizione sociale oppure lo statuto sociale non escludano esplicitamente ogni finalità di lucro) potranno presentare domanda di contributo partecipando al bando che sarà pubblicato nelle prossime settimane.

Le richieste di attribuzione fondi potranno riguardare soltanto interventi che siano stati regolarmente autorizzati. Potranno essere ammesse a contributo opere in corso di realizzazione o già concluse, a condizione che siano state ultimate non più di un anno prima della data di richiesta di attribuzione del contributo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli