Menu
Cerca
L'episodio

Chiusi in casa per coronavirus, cinese fa volare il gatto fuori dalla finestra

Singolare intervento della Squadra Volante della Polizia di Pistoia per sedare una lite in una abitazione di cittadini cinesi chiusi in casa per emergenza coronavirus: alla fine il gatto vola fuori dalla finestra e poi recuperato. Denunciata una donna.

Chiusi in casa per coronavirus, cinese fa volare il gatto fuori dalla finestra
Cronaca Pistoia, 27 Marzo 2020 ore 13:31

Singolare episodio segnalato dalla Questura di Pistoia che è avvenuto sul territorio in queste ore: denunciata una cittadina cinese perché ha fatto volare dalla finestra il proprio gatto dopo una lite.

C'è una discussione, il gatto vola giù dalla finestra

La Polizia di Stato ha deferito in stato di libertà una cittadina cinese residente a Pistoia per il reato di maltrattamenti di animali nei confronti di un gatto appena nato.

In particolare la Squadra Volante della Questura, su segnalazione della locale sala operativa, giungeva a casa della famiglia cinese dove era in corso una discussione tra i due figli per chi avrebbe dovuto accudire il gattino di appena 5 mesi. Discussione a cui successivamente si aggiungevano anche i genitori che reagivano tuttavia in modo sconsiderato. Pertanto, la sorella maggiore, scossa dalla situazione e in preda ad uno stato d’ira, afferrava il gatto lanciandolo dalla finestra. A seguito della caduta, impaurito, il gattino si dileguava.

Così gli operatori, insieme alla ragazza, subito pentitasi dell’insano gesto, provvedevano a cercarlo nelle immediate vicinanze senza purtroppo avere successo. A quel punto i poliziotti decidevano di allargare le ricerche anche nei luoghi più distanti ma anche queste terminavano con esito negativo.

Dopo un’ora, finalmente, il felino veniva trovato ed affidato alle cure del veterinario che constatava la rottura dei dentini incisivi superiori e lievi epistasi al naso. Delle ferite importanti per un gattino appena nato ma non così gravi da non potergli far fare ritorno a casa.