Menu
Cerca
CRONACA

Cerca di sfondare a pugni la vetrina di una pizzeria: arrestato

Quando i militari sono giunti sul posto l’uomo, con le mani vistosamente sanguinanti, si è scagliato contro loro con calci, sputi,  pugni e, soprattutto, morsi.

Cerca di sfondare a pugni la vetrina di una pizzeria: arrestato
Cronaca Pistoia, 07 Agosto 2020 ore 16:37

Il nucleo operativo e radiomobile di Pistoia ha tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate un cittadino italiano del 1997 nato e residente a Firenze.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, in evidente stato di ebrezza alcolica e probabilmente anche sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, era stato segnalato in quanto aveva cercato di sfondare a pugni la vetrina di una pizzeria. Quando i militari sono giunti sul posto l’uomo, con le mani vistosamente sanguinanti, si è scagliato contro loro con calci, sputi,  pugni e, soprattutto, morsi.

Un militare riportava infatti due giorni di lesioni per un morso dato dal giovane che, tratto in arresto si è visto poi sottoporre all’obbligo di dimora a Firenze.

Gli altri interventi messi a segno

Le continue violazioni degli arresti domiciliari segnalate dei carabinieri della stazione di Monsummano terme hanno riportato in carcere un cittadino marocchino residente a Monsummano che tratto in arresto per l’aggravamento della misura cautelare è stato associato alla casa circondariale di Pistoia. L’uomo era stato tratto in arresto precedentemente per episodi di spaccio di stupefacenti nel livornese. Non sono bastati i continui ammonimenti e neanche la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. I carabinieri di Monsummano terme hanno tratto in arresto un cittadino italiano nato a Matera Nel 1938, residente a Monsummano, responsabile di atti persecutori nei confronti di un Marlianese del 1941 ‘reo’ di aver acquistato regolarmente l’abitazione confinante. Tale abitazione era stata costruita dall’arrestato e poi donata al figlio in occasione del suo matrimonio. Il divorzio di questi ha visto l’assegnazione della casa alla moglie del figlio e la sua regolare immissione sul mercato, cosa questa mai accettata dall’82 enne.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli