CRONACA

Caprioli e animali sbranati, l'allarme di La Pietra

"Ormai - spiega - episodi come questo documentato, non più tardi di sabato mattina, nel cuore del Villaggio di Campo Tizzoro, sono ormai sempre più frequenti. Non soltanto iniziano a rappresentare un potenziale pericolo per la popolazione, ma stanno provocando enormi danni agli allevamenti".

Caprioli e animali sbranati, l'allarme di La Pietra
Cronaca Montagna, 11 Gennaio 2021 ore 11:04

Caprioli e altri animali assaltati e sbranati, carcasse sanguinose nel mezzo della strada o, addirittura, alle porte dei garage e a un passo dalle abitazioni. Sono agghiaccianti le immagini che ci arrivano da tante località della montagna, dove il problema dei lupi, e quello degli ibridi in particolare, è diventato una vera emergenza. A prendere di nuovo posizione, raccogliendo le segnalazioni di tanti residenti, è il senatore Fdi, Patrizio La Pietra.

Casi sempre più frequenti

"Ormai - spiega - episodi come questo documentato, non più tardi di sabato mattina, nel cuore del Villaggio di Campo Tizzoro, sono ormai sempre più frequenti. Non soltanto iniziano a rappresentare un potenziale pericolo per la popolazione, ma stanno provocando enormi danni agli allevamenti, quei pochi rimasti, della montagna e non solo. Come spesso le cronache riportano, come gli ungulati anche i lupi tendono sempre più spesso a scendere in collina o vicino alle case, dove è più facile trovare del cibo.
Occorre agire - aggiunge -con tempestività, tutelando gli animali puri, non gli ibridi, ma rendere sostenibile la loro presenza nei territori. Basta con certa demagogia pseudo ambientalista. Occorre affrontare il problema con azioni concrete a tutela non solo della sicurezza e delle attività, ma anche dell’ambiente.

Diventa sempre più necessario mettere in campo una gamma completa di interventi, individuando soluzioni ad hoc. Finora, i pochi progetti si sono arenati per mancanza di risorse adeguate o in discussioni infinite sulle misure da prendere. Dalle recinzioni agli interventi di contenimento con piani di cattura per la sterilizzazione - conclude l'esponente Fdi - è quantomeno necessario iniziare da un'applicazione rigorosa, monitorando costantemente la reale efficacia degli strumenti messi in campo".