Brucia la colonia felina nel quartiere di Ronchi a Quarrata

Un brutto incendio ha coinvolto il rifugio per gatti presente all'interno del quartiere dei Ronchi, a Quarrata: l'amarezza di chi gestiva il servizio.

Brucia la colonia felina nel quartiere di Ronchi a Quarrata
Piana, 01 Aprile 2019 ore 11:15

Bruttissimo episodio avvenuto all’interno del quartiere popolare dei Ronchi, a Quarrata: la denuncia da parte di una residente che ha visto coinvolta la locale colonia felina. La storia è stata raccontata nel mese di marzo sulle pagine del GIORNALE DI PISTOIA E DELLA VALDINIEVOLE.

Il rogo nel quartiere di Ronchi

E’ un bruttissimo gesto quello diretto alla colonia felina di via Ronchi a Quarrata: qualcuno infatti ha volontariamente dato fuoco ad alcuni arbusti perché le postazioni per gli animali bruciassero. L’incendio è scoppiato la sera di giovedì 7 marzo, dopo cena, intorno alle 21-21.30.
Chi, secondo le ricostruzioni, ha appiccato il fuoco, ha sfruttato alcune sterpaglie e potature secche, dalle quali le fiamme sono arrivate ad una siepe, avvicinandosi anche pericolosamente alle case. La colonia felina esiste già da un po’ di tempo, ma è stata riconosciuta e censita dall’Enpa (Ente nazionale protezione animali) e dal Comune di Quarrata da settembre 2018, grazie a Alessandra Ciambellotti. La donna tutti i giorni si occupava, e ancora oggi si occupa, dei numerosi gatti randagi delle vicinanze: alla sua formazione contava una ventina di gatti che la frequentavano, poi con il passare dei mesi i più piccoli sono stati regalati e ne erano rimasti una decina.

Da giovedì i gatti, tutti illesi nell’incendio fortunatamente, si sono diradati e ora disertano le postazioni per mangiare e dormire presenti. La colonia felina altro non è che una zona erbosa fra due palazzi in cui erano state costruite due casine coperte da un tunnel policarbonato e due postazioni per mangiare, e serviva per regolamentare e aiutare i gatti senza casa della zona. L’incendio ha portato via le due casine e solo una delle due postazioni alimentari si è salvata grazie all’intervento di uno dei condomini che si era accorto delle fiamme. Alessandra, amareggiata per l’accaduto, ha detto.

Colonia bruciata, che amarezza

«C’erano già state alcune minacce e intimidazioni sia alle persone che si occupano della colonia sia ai gatti – ha aggiunto – Alcuni degli abitanti della zona non vedevano di buon occhio la nostra colonia. Per fortuna tutti i gatti sono illesi, ma se ce ne fosse stato qualcuno piccolo non ci sarebbe stato scampo. E’ stato veramente pericoloso e le fiamme sono anche arrivate vicine ai due palazzi qui vicino».

Nelle fiamme è stata coinvolta infatti anche la rimessa di uno dei condomini, che conteneva materiali e altri oggetti e che ora è un ammasso di detriti. Della siepe non rimane assolutamente niente, mentre al posto delle casine per i gatti c’è solo cenere e pochi resti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità