Menu
Cerca
TUTTI I NUMERI

Aumentano i controlli per le misure anticovid: stretta nel fine settimana per far fronte all’aumento dei contagi

Aumentano i controlli per le misure anticovid: stretta nel fine settimana per far fronte all’aumento dei contagi
Cronaca Pistoia, 23 Febbraio 2021 ore 14:47

Per far fronte all’andamento crescente dei contagi sul territorio della provincia di Pistoia, il Prefetto Gerlando Iorio ha disposto l’intensificazione del dispositivo operativo di vigilanza, richiamando l’attenzione delle Forze di Polizia sulla necessità di mantenere quanto mai alta l’attenzione e il rigore rispetto all’attuazione delle misure di controllo, attraverso mirati servizi interforze pianificati per scongiurare i rischi di assembramento e i fenomeni di non osservanza delle misure di contenimento del contagio, anche in ragione della necessità di tutelare la delicata fase di ampliamento della campagna vaccinale in corso.

Aumentano i controlli contro l'aumento dei contagi

L’attività di vigilanza condotta ha permesso di sottoporre a controllo, nel corso dell’ultimo fine settimana, più di 600 persone, delle quali 24 sono state sanzionate per inosservanza delle misure governative. Per quanto concerne invece le attività commerciali, su 75 controlli effettuati, due sono state sanzionate.

Tra gli interventi di maggior rilievo, si segnala l’attività ispettiva condotta la settimana scorso, che ha sanzionato, per un ammontare totale di 1500 euro, i gestori di un noto esercizio pubblico di Montecatini Terme, che non è risultato in regola con le misure di prevenzione e contenimento anticovid, con riferimento, in particolare, al numero massimo consentito di persone all’interno del locale, al mantenimento della distanza minima sociale e al rispetto dell’orario di chiusura al pubblico del locale, previsto per le ore 18.00. In tale circostanza, infatti, personale della Polizia di Stato è intervenuto presso il locale dove si stava svolgendo una festa con musica e somministrazione di bevande e alimenti che non solo si è protratto oltre l’orario permesso dal quadro normativo attuale, bensì vedeva partecipare un centinaio di persone, rispetto alle 38 consentite dalla capienza in funzione anticovid.

Si rammenta che le sanzioni cui vanno incontro coloro che non ottemperano a quanto disposto dai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri sono previste ai sensi dell’articolo 4 del D.L. 25 marzo 2020, n. 19, che punisce tali inosservanze con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1000, ferme restando le conseguenze di rilievo penale per i soggetti positivi che violano l’isolamento prescritto. Per quanto concerne invece le misure cui devono attenersi i gestori di pubblici esercizi o di attività commerciali, alla sanzione pecuniaria si associa altresì la chiusura dell'esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni.