Attacco a Liliana Segre di una prof fiorentina: il preside la sospende

Dopo le frasi incriminate durante una lezione all'indirizzo della senatrice a vita Liliana Segre, il dirigente della scuola media "Mazzanti" ha avviato il procedimento di sospensione: anche i colleghi della "prof" si sono dissociati.

Attacco a Liliana Segre di una prof fiorentina: il preside la sospende
03 Febbraio 2020 ore 10:58

Una professoressa della scuola media “Mazzanti” di Firenze è finita nei guai per una sua frase recitata in classe, durante un’ora di lezione, di fronte ai suoi studenti dicendo che la senatrice a vita Liliana Segre si sta facendo pubblicità a se stessa per far conoscere la Shoah: il dirigente della scuola l’ha sospesa.

Liliana Segre offesa da una prof fiorentina

E’ scattata la sospensione dal servizio per la professoressa di inglese della scuola media “Mazzanti” di Firenze che, durante una sua lezione, aveva affermato ai propri studenti che la senatrice a vita Liliana Segre stesse facendosi auto-promozione e pubblicità nei confronti della Shoah per la sua campagna portata avanti in questi mesi.

La decisione è arrivata da parte del preside, Arnolfo Gengaroli, che nella giornata odierna trasmetterà il tutto al provveditorato regionale per “sospensione urgente”.

Il dirigente, intervistato da Repubblica Firenze, ha riferito che in caso contrario “si sarebbe presentata a scuola in una condizione di lavoro non serena” e che quindi già da oggi, lunedì 3 febbraio 2020, è rimasta a casa.

Sulla vicenda si erano espressi anche i 78 docenti dell’Istituto Comprensivo di Coverciano, nel quale rientra la scuola “Mazzanti”, che avevano espresso distanza nei confronti delle frasi pronunciate dalla collega e “affetto e solidarietà” alla senatrice a vita.

LEGGI ANCHE: Compra la Ferrari ma la rivende perché non ha la patente per guidarla

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità