Campagna di massa

Arrivate 10 milioni di mascherine in Toscana: una volta distribuite saranno obbligatorie per uscire di casa

A Calenzano il Governatore Enrico Rossi ha atteso l'arrivo dei 10 milioni di mascherine che riforniranno tutti i cittadini della Toscana: ne toccheranno 3 a testa, intanto. E poi arriverà l'ordinanza per l'utilizzo obbligatorio per uscire di casa.

Arrivate 10 milioni di mascherine in Toscana: una volta distribuite saranno obbligatorie per uscire di casa
Montagna, 05 Aprile 2020 ore 18:32

Adesso dovrà iniziare la distribuzione capillare Comune per Comune gestita dai sindaci: in questo modo ne saranno garantite tre per ogni cittadino toscano. Solo al termine di questo passaggio, allora l’ordinanza firmata dal Governatore Enrico Rossi diventerà operativa per tutti gli spostamenti: obiettivo fare il prima possibile.

10 milioni di mascherine per la Toscana

E’ arrivato nella notte, proveniente dall’aeroporto di Pisa, il primo contingente dei 10 milioni di mascherine proveniente dalla Cina e stoccato a Calenzano nei magazzini della Protezione civile della Città Metropolitana. Il presidente della Regione Enrico Rossi ha chiarito come le mascherine arriveranno nelle case dei cittadini toscani.

“Le mascherine protettive – ha detto il presidente – verranno distribuite alle Protezioni civili provinciali e da queste ai Comuni. Mi sono sentito con Matteo Biffoni, presidente dell’Anci, l’accordo è che siano i sindaci sul territorio a distribuirle casa per casa e a comunicarmi poi l’avvenuta distribuzione. A questo punto scatterà l’obbligo di indossarle in tutte quelle circostanze, pubbliche e private, in cui la distanza sociale non è sufficiente alla protezione primaria delle persone: l’obbligo sarà contenuto nella nuova ordinanza che firmerò nelle prossime ore”.

“Vogliamo che si evitino fenomeni speculativi – ha aggiunto Rossi – perché la mascherina è un bene primario, uno strumento di protezione. Ci siamo impegnati molto fin dall’inizio a produrne anche in Toscana e ne abbiamo ordinate altri 20 milioni in Cina, perché pensiamo che si tratti di un’iniziativa di protezione primaria che rivolgiamo a tutti i cittadini e a tutte le famiglie”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità