Pieve a nievole

Arrivano le borracce del progetto “Acqua Buona” al Galilei

Diolaiuti: “Un altro passo avanti in nome dell’ambiente”

Arrivano le borracce del progetto “Acqua Buona” al Galilei
Cronaca Valdinievole, 09 Gennaio 2021 ore 12:18
E’ iniziata in queste ore la distribuzione di borracce a tutti gli studenti dell’istituto comprensivo Galilei di Pieve a Nievole nell’ambito del progetto “Acqua Buona” di Acque SpA.
La prima fornitura è stata simbolicamente consegnata alla dirigente della scuola Galilei di Pieve a Nievole, si tratta di oltre 900 borracce che il gestore del servizio idrico, Acque SpA, ha fornito, concordemente con il comune , per gli studenti di Pieve a Nievole nell’ambito del progetto Acqua Buona.
Il progetto ha come obiettivo quello di promuovere il consumo di acqua di rubinetto come acqua da bere poiché si tratta di una risorsa di buona qualità, sicura e super-controllata, attraverso le scrupolose e costanti analisi del gestore e delle Asl competenti. In più, fa bene all’ambiente perché è a km0 e riduce il consumo della plastica monouso come quella delle bottiglie.
Le borracce, realizzate in alluminio (per le scuole primaria e secondaria di primo grado) o in plastica riciclata certificata (per quella dell’infanzia) saranno consegnate nei prossimi giorni a tutti gli studenti, che potranno così riempirle già a casa propria  con l’acqua di rubinetto eliminando così migliaia di bottigliette di plastica.
Nelle prossime settimane verrà avviata anche la seconda parte del progetto Acqua Buona che prevede appunto, oltre che la distribuzione delle borracce, analisi periodiche aggiuntive da parte di Acque SpA dell’acqua erogata all’interno delle mense scolastiche , in modo da poter essere consumata in tutta tranquillità anche nel corso della refezione, grazie anche alla fornitura di ulteriori brocche.
“Un tema importante e un contributo vero all’ambiente, oltre che un forte insegnamento a tutti i ragazzi- commenta il sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti- che possono riflettere sull’importanza di evitare l’uso indiscriminato di plastiche che poi, purtroppo, finiscono in mare danneggiandolo in modo grave. Grazie ad Acque per la collaborazione, da parte nostra c’è massima attenzione e sensibilità per queste campagne ambientali”.