I DATI

A Pieve a Nievole quattordici positivi dopo 772 test sierologici fatti dal comune con Misericordia, Pubblica Assistenza e Croce Rossa

Diolaiuti “Massima attenzione per questa emergenza sanitaria”.

A Pieve a Nievole quattordici positivi dopo 772 test sierologici fatti dal comune con Misericordia, Pubblica Assistenza e Croce Rossa
Valdinievole, 31 Ottobre 2020 ore 11:50

In attesa di una seconda distribuzione gratuita di mascherine a cura del comune, a Pieve a Nievole in due fine settimana si sono svolti  test sierologici gratuiti a disposizione di tutti i cittadini, che hanno risposto con grande partecipazione, esaurendo tutti i kit a disposizione.

A Pieve a Nievole quattordici positivi

Questo screening di massa ha permesso alle autorità sanitarie e alla stessa amministrazione comunale, che ha dato vita a questa operazione con la collaborazione delle associazioni di volontariato del territorio, di avere un quadro piuttosto definito della diffusione del contagio nella zona.

Nel primo dei due test che hanno impegnato gli ultimi fine settimana, effettuato con la collaborazione della Misericordia di Pieve a Nievole, sono stati sottoposti al prelievo seriologico 452 persone, delle quali sono risultati positivi 9, per essere successivamente esaminati con il tampone.

Nel secondo appuntamente, che ha visto affiancare il comune la Pubblica Assistenza e la Croce Rossa di Pieve a Nievole, i test sono stati 320 e i positivi 5.

“Ringrazio la regione Toscana e il responsabile Renzo Berti che ci hanno permesso di svolgere questa importante operazione di screening, che non sarebbe stata possibile senza la determinante collaborazione e professionalità di Misericordia, Pubblica Assistenza e Croce Rossa e dei loro impagabili volontari- dice Gilda Diolaiuti, sindaco di Pieve a Nievole-. I dati non sono catastrofici, per quello che possiamo comprendere, ma non devono certo indurre tutti noi a sottovalutare il momento o abbassare la guardia. Anzi, credo proprio che tutti noi dobbiamo fare ora lo sforzo massimo per contenere questa epidemia mondiale. Per questo invito ancora una volta tutti i cittadini a rispettare distanze, lavarsi le mani frequentemente e indossare sempre la mascherina”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità