Menu
Cerca
LA SPERIMENTAZIONE

A Pieve a Nievole dal 9 dicembre la novità del “Mercato della terra”

Diolaiuti e Maraia “Promuoviamo la cultura del cibo sano e locale”

A Pieve a Nievole dal 9 dicembre la novità del “Mercato della terra”
Cronaca Valdinievole, 24 Novembre 2020 ore 16:37

A Pieve a Nievole dal 9 dicembre la novità del “Mercato della terra”. La sperimentazione partirà per 6 mesi, ma il comune di Pieve a Nievole punta molto, dal punto di vista commerciale ma anche culturale, sul “Mercato della terra”, un progetto di vendita di prodotti agricoli di filiera corta che prenderà il via nella cittadina il prossimo 9 dicembre.

A Pieve a Nievole arriva il “Mercato della terra”

Il mercato sarà a cadenza settimanale, ogni mercoledì a partire dal 9 dicembre, dalle 8 alle 12,30, in piazza XXVII aprile e vede la stretta collaborazione fra l’amministrazione comunale, la condotta Slow Food Valdinievole e l’associazione Mercato della Terra di Montecatini Terme.

Ispirato ai criteri e alla filosofia dell’associazione Slow Food, ovvero la promozione dei prodotti agricoli del territorio, il “Mercato della Terra” di Pieve a Nievole aderisce al principio generale del “Buono, pulito e giusto” che caratterizza da un punto di vista qualitativo, culturale e della salute esperienze di questo tipo.

“Guardiamo con grande speranza questa nuova opportunità commerciale che presenta numerosi vantaggi per la nostra comunità- dicono il sindaco Gilda Diolaiuti e l’assessore alla cultura Erminio Maraia, che hanno seguito in prima persona il progetto-. La promozione del cibo coltivato in modo sano da produttori locali è un grande elemento caratterizzante di questo nuovo mercato che ci auguriamo sarà molto frequentato, anche se con le ovvie raccomandazioni del massimo rispetto delle normative igienico-sanitarie anti-covid”. E’ importante l’aspetto culturale della provenienza territoriale, attraverso la quale aiutiamo i nostri produttori e indirizziamo i consumi verso cibi sani e salutari. Noi crediamo molto in questa iniziativa”.

“Stiamo anche discutendo su alcune ipotesi per una diversa formulazione del mercato ambulante settimanale del sabato – conclude il sindaco- ma per il momento nessuna decisione è stata presa. Certamente si tratta di un appuntamento da rilanciare, in linea con il nuovo assetto viario e urbanistico che i grandi cambiamenti dovuti al raddoppio della ferrovia porteranno. E’ una scelta da ponderare con grande attenzione e così faremo”.