Menu
Cerca
Serravalle Pistoiese

Vertice in Prefettura per monitorare la qualità dell’acqua del pozzo di Masotti

Nel corso della riunione, sono stati esaminati i dati emersi a seguito dell’attività di vigilanza posta in essere da ASL, sulla scorta dei quali i tecnici di Publiacqua hanno illustrato la tipologia di trattamento di filtraggio e di disinfezione cui è sottoposta l’acqua grezza estratta dal pozzo di Masotti in grado di assicurare la potabilità della stessa prima della sua distribuzione.

Vertice in Prefettura per monitorare la qualità dell’acqua  del pozzo di Masotti
Attualità Pistoia, 13 Maggio 2021 ore 14:32

Nella mattinata odierna si è tenuta, presso la Prefettura di Pistoia, una riunione in videoconferenza convocata dal Prefetto Gerlando Iorio, in relazione alla preoccupazione espressa dal Sindaco del Comune di Serravalle Pistoiese in merito alla salubrità dell’acqua attinta dal pozzo di Masotti che serve, attualmente, circa 600 persone.

Vertice per monitorare la qualità dell’acqua

All’incontro hanno preso parte il Sindaco del Comune di Serravalle Pistoiese, i rappresentanti della Regione Toscana – Direzione Tutela Ambientale e il personale di ASL Toscana Centro, ARPAT, Publiacqua e Autorità Idrica Toscana.

Nel corso della riunione, sono stati esaminati i dati emersi a seguito dell’attività di vigilanza posta in essere da ASL, sulla scorta dei quali i tecnici di Publiacqua hanno illustrato la tipologia di trattamento di filtraggio e di disinfezione cui è sottoposta l’acqua grezza estratta dal pozzo di Masotti in grado di assicurare la potabilità della stessa prima della sua distribuzione.

All’esito della riunione, il Prefetto ha quindi richiamato l’attenzione sulla necessità di proseguire con determinazione nell’azione di controllo e monitoraggio costante della qualità dell’acqua del pozzo di Masotti, invitando il Sindaco ad adottare specifica ordinanza volta a fornire adeguate prescrizioni al gestore del servizio idrico nonché a implementare le attività di controllo da parte degli enti deputati alla vigilanza, allo scopo di garantire sia la regolare fornitura idrica sia la salute pubblica dei cittadini.