Attualità
il libro

Un racconto che esalta la Val di Luce

Le bellezze della vallata in un libro

Un racconto che esalta la Val di Luce
Attualità Montagna, 09 Agosto 2022 ore 07:50

Tre giorni dedicati al progetto di sviluppo della Val di Luce ideato e in parte realizzato dall’Ing. Lapo Farinati

Grazie alla Rivista “Le Vie D’Italia” e al giornalista Arnaldo Frateili possiamo avere una testimonianza diretta di ciò che L’ing. Lapo Farinati degli Uberti aveva intenzione di realizzare nella allora denominata “Valle delle Pozze” .

Un racconto di 10 pagine corredato di bellissime fotografie in cui l’Ing. Farinati racconta le sue idee ed i suoi propositi.
Un grande progetto di sviluppo che aveva suscitato la curiosità di questo giornalista, ma non solo, sembra infatti che anche diversi giornalisti stranieri, tra cui uno svizzero, fossero venuti in questa splendida valle per vedere dal vivo le realizzazioni di un sogno che a poco a poco stava diventando realtà e che solo la Guerra, e tutto ciò che comporta un così tragico evento, poteva fermare.
A distanza di 80 anni dalla sua pubblicazione sulle “Vie d’Italia” abbiamo voluto far conoscere alcune delle sue realizzazioni o il loro inizio, che caratterizzavano il suo grande progetto e che non hanno oggi la maestosità della villa o dell’Albergone.
Dare conoscenza dell’Inizio della Galleria che doveva collegare la Val di Luce all’Abetone o portare a visitare i ruderi della stazione di arrivo della Slittovia che doveva collegare l’Albergone all’Alpe Tre Potenze dove realizzare una grande Torre che doveva essere vista dalle tre province che i cui confini si incontravano e tutt’ora si incontrano nella Val Di Luce, Pistoia-Modena-Lucca, vuol dire rendere merito ad un grande Pioniere del Turismo Italiano ed a “L’Ingegnere Illuminato” come lo ha chiamato Massimo Gasperini nel suo Libro edito da Felici Editore.
Durante questa esperienza conoscitiva si potranno anche vedere i primi passi della realizzazione di un percorso tematico dedicato all’idea progettuale dell’Ing. Farinati con postazioni illustrative delle sue realizzazioni o delle sue idee di sviluppo.
Un ulteriore accrescimento dell’offerta Storico Culturale della nostra montagna che vedrà anche la manutenzione straordinaria di un percorso di collegamento tra la nostra valle e le realizzazioni de “Laltrolato del Caposaldo” in modo da far crescere la possibilità di conoscenza delle varie fasi legate alla “Linea Gotica” che hanno visto il crinale Tosco Emiliano quale territorio di battaglia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter