Attualità
Economia

Un Manifesto per i giovani imprenditori: cosa deve cambiare

L'incontro in Regione di Confartigianato con il Presidente Giani

Un Manifesto per i giovani imprenditori: cosa deve cambiare
Attualità Pistoia, 03 Ottobre 2022 ore 16:03

Questa mattina, lunedì 3 ottobre 2022, a Palazzo Strozzi si sono incontrati Eugenio Giani, presidente della Regione, e i ragazzi di Confartigianato, per presentare il Manifesto dei Giovani Imprenditori.
Questo documento rappresenta tutte le esigenze dei ragazzi per quanto riguarda lo sviluppo dell’imprenditorialità e la promozione della formazione imprenditoriale, con un occhio di riguardo all'avvicinamento tra le istituzioni scolastiche e il mondo del lavoro.

I fondamenti essenziali di questo comunicato possono essere riassunti in tre punti:
-La solidarietà e il sostegno reciproco, poiché Confartigianato pone al centro la persona.
-La crescita e la concretezza, considerando che "associarsi" significa "entrare in una comunità vivace e dinamica con obiettivi chiari".
- La tradizione e il cambiamento, in quanto il futuro può essere creato solo nella consapevolezza della propria storia.
Sono stati inoltre richiesti un welfare che aiuti a conciliare la vita lavorativa e quella personale, incentivi finalizzati all'acquisto di beni strumentali, alla digitalizzazione, sussidi per la formazione e infine aiuti finalizzati alla costituzione e allo sviluppo delle imprese giovanili.

Il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Toscana, Giancarlo Mannini, ha così commentato "È fondamentale in questo momento sostenere i giovani imprenditori, il loro talento e la loro intraprendenza, considerando, oltretutto, il momento storico che stiamo vivendo, penalizzato da vari fattori quali la pandemia, la guerra e la crisi energetica. E’ stato davvero importante dialogare e riflettere sui problemi che incontriamo, sulle nostre visioni del fare impresa e sulle azioni che riteniamo necessarie per affermare un modello di sviluppo che promuova la crescita personale e imprenditoriale delle giovani generazioni”.
Il presidente Eugenio Giani, infine, ha concluso: "E' una dichiarazione di intenti ma soprattutto una sorta di carta dei valori che i giovani imprenditori pongono come strumento per rispondere alle sfide alle quali sono chiamati. ll lavoro che portiamo avanti con Confartigianato e con le altre associazioni di categoria è un esempio di come si governa una regione e un territorio, attraverso la concertazione per raggiungere obiettivi comuni".

Seguici sui nostri canali