Menu
Cerca
CRONACA

Torna a Pieve a Nievole “Il Maggio dei Libri”

Diolaiuti e Maraia “ Un prezioso incentivo alla lettura e quindi alla cultura”

Torna a Pieve a Nievole “Il Maggio dei Libri”
Attualità Valdinievole, 23 Aprile 2021 ore 11:46

Una pregevole iniziativa dall’alto valore culturale e sociale parte oggi (venerdì 23 aprile 2021) a Pieve a Nievole, in coincidenza con la giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore.

L’adesione

Il comune di Pieve a Nievole ha infatti aderito alla campagna nazionale “IL Maggio dei libri”, promossa dal ministero dei Beni Culturali, con l’Associazione Editori e il Centro del Libro che prevede, proprio a partire da oggi, la consegna a tutti i ragazzi delle scuole pievarine di ogni ordine e grado di incipit letterari tratti dai classici.

Tutto questo al fine di stimolare la curiosità del sapere e invogliare i giovani alla lettura come motore della crescita intellettiva, sociale e civile per ogni individuo, incipit che sarà accompagnato da video realizzati dal sindaco Gilda Diolaiuti e dall’assessore alla pubblica istruzione e cultura Erminio Maraia.

L’edizione di quest’anno, giunta alla sua decima annata, prende spunto dal 700° anniversario dalla morte di Dante Alighieri e “Amor”, declinato nella sua poesia e poi traslato nel resto della vita quotidiana, è la parola chiave.

L’iniziativa proseguirà per tutto il mese di maggio con 4 incontri di lettura rivolti ai bambini dai 4 agli 11 anni e condotti dal personale della biblioteca comunale di Pieve a Nievole nei parchi cittadini (6 maggio Prco Healtly and friendly, 13 maggio via Empolese, 21 maggio Riani , 27 maggio via Nova, tutti dalle ore 17 alle 19).

Una iniziativa che comprenderà altrettanti incontri di lettura e socializzazione sempre nei parchi destinati sopratutto a adulti e anziani, quest’ultimi fortemente penalizzati dall’isolamento conseguente alla pandemia, dalle ore 17 alle 18,30 nei quattro mercoledì di maggio (5 maggio, 12, 19 e 26 maggio nei parchi con lo stesso ordine dei più piccoli)

“Oltre alla bellezza dell’iniziativa di fare qualcosa per incentivare e sensibilizzare alla lettura- concludono Maraia e Diolaiuti- è anche un modo di ricreare momenti di condivisione e socialità, di riassaporare con una rinnovata consapevolezza, il piacere di stare insieme seppur con dei limiti e noi con l’adesione a questa iniziativa intendiamo dare risposta anche a questo, oltre che portare la cultura verso le persone e non aspettare passivamente il contrario”.