Menu
Cerca
VINTI SABATO

Superenalotto: in Toscana centrato un 5+ da maxi vincita

In Garfagnana centrato '5+' da 764 mila euro.

Superenalotto: in Toscana centrato un 5+ da maxi vincita
Attualità 10 Maggio 2021 ore 09:57

Vincite Superenalotto: a Castelnuovo di Garfagna (LU) centrato '5+' da 764 mila euro. Il jackpot vola a 150,6 milioni.

Superenalotto: in Toscana centrato un 5+

Un sabato da ricordare per un giocatore di Castelnuovo di Garfagna (LU), che ha centrato un '5+' al Superenalotto da oltre 764 mila euro.

Si tratta - ricorda l'agenzia Agimeg - della quinta vincita di seconda categoria realizzata da inizio anno, la secondo che finisce in Toscana, dopo quella da 606 mila euro centrata lo scorso 25 marzo.

La schedina vincente è stata convalidata presso l'edicola di Piazza della Repubblica, con una schedina 2 Pannelli.

Il jackpot del '6' intanto continua a correre e per l'appuntamento di martedì sera in palio ci saranno 150,6 milioni di euro: si tratta del quarto premio più alto di sempre messo in palio dal concorso Sisal, ad oggi il jackpot più alto in Europa, davanti ai 62 milioni dell'Eurojackpot e ai 17 milioni dell'Euromillions, e secondo al mondo, alle spalle del MegaMillions che mette in palio 396 milioni di dollari, al cambio 326 milioni di euro.

"Non abbiamo idea di chi possa aver vinto. Ieri siamo stati chiusi e abbiamo appreso della vincita da un messaggio sul terminale della Sisal. Davvero una grande sorpresa, ma finora non abbiamo novità. Credo che difficilmente chi ha vinto si farà vivo".

E' quanto racconta ad Agimeg Giovanna Lenzi, titolare dell'edicola di Piazza della Repubblica a Castelnuovo di Garfagnana (LU) dove nel concorso Superenalotto di sabato è stato centrato un '5+' da oltre 764 mila euro con una schedina 2 Pannelli, la vincita di seconda categoria più alta del 2021.

"Oggi c'è tanta curiosità, abbiamo affisso dei cartelli nella nostra edicola e tanta gente ci chiede notizie, ma non saprei dire chi possa aver vinto. Per noi è comunque un bellissimo colpo, in passato non avevamo mai assegnato premi per più di 3-4 mila euro".