Attualità

Sunia (sindacato inquilini): "“Pnrr e riqualificazione alloggi Erp: cogliere l’opportunità”

Il Sunia di Pistoia ritiene prioritario che i Comuni tramite il “soggetto gestore” propongano il maggior numero di proposte possibili ,anche eccedenti l’importo assegnato, perché le stesse potrebbero essere finanziate successivamente con l’utilizzo di economie di gara oppure mediante altri filoni di finanziamento successive.

Sunia (sindacato inquilini): "“Pnrr e riqualificazione alloggi Erp: cogliere l’opportunità”
Attualità Pistoia, 17 Novembre 2021 ore 15:04

In arrivo per la Provincia di Pistoia 5 milioni e 366 mila euro per l’Edilizia Residenziale Pubblica. Una grande occasione a disposizione dei Comuni della Lode Pistoiese che entro il 3 Dicembre 2021 dovranno, attraverso il “soggetto gestore” (Spes scrl) trasmettere le proposte di intervento di riqualificazione del patrimonio e attuare gli interventi finanziati. La priorità da parte dei Comuni è quella di individuare progetti in tempi rapidi che non riguardino esclusivamente il Comune Capoluogo in quanto anche in altre parti del territorio provinciale esiste patrimonio di Erp sul quale c’è bisogno di intervenire.

Il Sunia

"Il Sunia di Pistoia ritiene prioritario che i Comuni tramite il “soggetto gestore” propongano il maggior numero di proposte possibili ,anche eccedenti l’importo assegnato, perché le stesse potrebbero essere finanziate successivamente con l’utilizzo di economie di gara oppure mediante altri filoni di finanziamento successive. Le risorse del PNRR potrebbero finalmente riqualificare un patrimonio ormai vetusto e dare quelle riposte che gli assegnatari Erp della nostra Provincia attendono ormai da molti anni. Per queste motivazioni è imprescindibile cogliere questa opportunità, anche considerando che i finanziamenti sono spalmati in 5 anni (fino al 2026).Il Sunia di Pistoia chiede che si apra ,successivamente alla presentazione dei progetti di riqualificazione degli immobili di Edilizia Residenziale Pubblica, un processo partecipativo e si costituiscano e si finanzino dei “Laboratori di Quartiere”, che diventino lo spazio di relazione e interazione con i cittadini nelle zone interessate dagli interventi finanziati con i soldi del PNRR. Coinvolgere e la valorizzare le competenze diffuse ed il ruolo di rappresentanza svolto dalla nostra Organizzazione Sindacale questi dovrebbero essere gli obiettivi delle Amministrazioni Comunali.

Prevedere ,accanto alla rigenerazione degli edifici ,una agenda condivisa delle priorità fra tutti i soggetti interessati dovrà essere un obiettivo irrinunciabile. La buona riuscita di un progetto si lega alla capacità di coinvolgimento degli abitanti dei quartieri dove si interviene quindi le finalità e gli obiettivi contenute nella Delibera attuativa della Regione e del relativo avviso pubblico (riservato ai soggetti gestori) non possono prescindere da un coinvolgimento dei cittadini e delle Organizzazioni di rappresentanza degli assegnatari".