Attualità
La buona notizia

Si faranno i campi da Padel al Legno Rosso (e non solo): arrivano 2 milioni e mezzo dal Pnrr

A questo giro i fondi del Pnrr "baciano" il Comune di Pistoia con l'approdo di due milioni e mezzo per il miglioramento del centro sportivo del Legno Rosso: ecco cosa succederà.

Si faranno i campi da Padel al Legno Rosso (e non solo): arrivano 2 milioni e mezzo dal Pnrr
Attualità Pistoia, 19 Luglio 2022 ore 08:35

Nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il progetto “Cittadella dello sport Legno Rosso” elaborato dai tecnici dell’ufficio impiantistica sportiva del Comune di Pistoia è stato ammesso ai fondi relativi alla missione 5, componente 2 – Investimento 3.1 “Sport e inclusione sociale”, Cluster 1 e 2.

I fondi del Pnrr per il Comune di Pistoia sul Legno Rosso

La candidatura al recupero dell’area è stata presentata la scorsa primavera, dopo che la giunta ha deliberato il progetto di fattibilità, che è suddiviso in due lotti (così come previsto dal bando) e prevede un investimento complessivo di 2 milioni e 500mila per arrivare a integrare le strutture esistenti con nuovi impianti, sostituire quelli non più utili e riqualificare quelli presenti, ottenendo uno spazio polifunzionale prevalentemente outdoor, nel quale sarà possibile praticare numerose discipline sportive.

Il Comune di Pistoia è stato ammesso, adesso, alla fase concertativo-negoziale al termine della quale verranno quantificate le risorse finanziarie assegnate dal Ministero. Raggiunto l’obiettivo dell’ammissione, quindi, il Governo dovrà quantificare l’ammontare esatto della somma che entrerà a far parte della disponibilità del Comune, entro il massimale indicato dall’Ente stesso.

«E' il primo passo concreto verso la riqualificazione dell’impianto di Legno Rosso e premia l’importante lavoro progettuale che è stato portato avanti insieme ai tecnici che si occupano degli impianti sportivi – afferma Alessandra Frosini, assessore all’impiantistica sportiva –. Legno Rosso è un luogo importante per la città e l'obiettivo di incrementare l'inclusione e l’integrazione sociale attraverso la rigenerazione degli impianti sportivi esistenti, recuperando luoghi con un immenso legame con il territorio, è stato raggiunto.»

Il progetto di fattibilità approvato da questa Amministrazione è suddiviso in lotti. Il primo, da un milione e mezzo, mira alla realizzazione di nuovi impianti. Si tratta di interventi di nuova costruzione e di sostituzione edilizia. Nel dettaglio, si prevede la realizzazione di due nuovi campi da Padel, con la possibilità di utilizzo anche per altri sport quali volley e padbol, dotati di una struttura di copertura che permetta la protezione stagionale; ampliamento della dotazione di spogliatoi, tramite la realizzazione di tre blocchi, a servizio delle varie attività nel rispetto delle richieste contenute nelle normative Coni e delle varie federazioni; creazione di un campo per il gioco delle bocce regolamentare; integrazione dell’area dedicata alla ristorazione con un’area gioco per i più piccoli, dotata di pavimentazioni antitrauma e strutture ludiche; realizzazione di un dehor esterno a corredo dell’area ristoro che permetta di accogliere gli atleti, e non solo, generando un punto di aggregazione ricreativa; ampliamento dell’area sosta attraverso il completamento del parcheggio esistente.

Il secondo lotto, da un milione di euro, riguarda invece la rigenerazione degli impianti esistenti attraverso interventi di ristrutturazione, restauro e messa a norma. In particolare, il progetto del Comune prevede: la conclusione del percorso di recupero delle palestre presenti all’interno della palazzina ex-sottostazione elettrica di Vaioni attraverso la realizzazione delle opere per l’adeguamento antincendio con la realizzazione di scala esterna; le opere di impermeabilizzazione della copertura, restauro e risanamento murario degli intonaci interni ed esterni e delle gronde dell’edificio; l’adeguamento degli impianti alle vigenti norme in materia impiantistica; la revisione e nuova certificazione, a carico di ditte specializzate del settore, della parete di arrampicata posta nel vano a doppio volume (una delle più alte della Toscana); riqualificazione del terzo ambiente posto al primo piano e da destinarsi, come il rispettivo al piano terra, a varie attività ludico/sportive; opere necessarie alla riapertura del locale per l’attività di ristorazione (in particolare verranno eseguiti lavori di impermeabilizzazione della copertura, risanamento murario della gronda e degli intonaci dell’edificio finalizzati alla sanificazione dei muri e al raggiungimento delle necessarie condizioni di salubrità dei locali, oltre all’adeguamento degli impianti alle vigenti norme in materia impiantistica); la sostituzione del manto, ormai usurato, del campo da calcio oltre a eventuali lavori finalizzati all’adeguamento del campo alle norme vigenti e necessari al rinnovo della omologazione da parte dalla Federazione italiana gioco calcio per l’effettuazione di incontri della categoria compatibile con le misure del campo; la riqualificazione del campo outdoor per la pratica della pallacanestro e pallavolo mediante il rifacimento della pavimentazione sportiva e delle tracciature; la manutenzione ordinaria e straordinaria dei campi per calcio a 5 in erba sintetica presenti; le opere di manutenzione del parcheggio esistente; la sistemazione dei percorsi pedonali e delle aree a verde, che verranno ripristinate ed incrementate anche per accrescere la permeabilità dei suoli.

I termini previsti dal bando sono l’aggiudicazione dei lavori entro 31 marzo 2023 e il termine entro il 31 gennaio 2026.

Seguici sui nostri canali