Attualità
la sinergia

Si rinsalda il legame fra Comune di Pescia e Nastro Azzurro Pistoia

Incontro istituzionale in Comune a Pescia fra l'amministrazione comunale e l'associazione Nastro Azzurro per rinsaldare una solida collaborazione.

Si rinsalda il legame fra Comune di Pescia e Nastro Azzurro Pistoia
Attualità Valdinievole, 16 Ottobre 2021 ore 12:15
Per confermare la profonda collaborazione in atto tra il Nastro Azzurro Pistoia ed il Comune di Pescia, nei giorni scorsi, una delegazione formata dal presidente Stefano Bernini e dalla dama Antonella Venturini si è recata presso il palazzo comunale di Pescia per un cortese incontro con la sindaco facente funzioni Guja Guidi,  alla fine del quale sono stati donate tre pubblicazioni storiche edite dal Nastro Azzurro.

Legame profondo fra Comune di Pescia e Nastro Azzurro Pistoia

“E’ in atto una forte sinergia tra il Nastro Azzurro Pistoia ed il comune di Pescia – ha detto il presidente  Bernini – basata su un percorso condiviso nel fare memoria storica ai massimi livelli per ricordare coloro che hanno sacrificato la loro vita per la nostra patria ed e’ proprio per questo che oggi doniamo al comune tre pubblicazioni del Nastro Azzurro . La prima e’ un libro del CESVAM NASTRO AZZURRO inerente il Milite Ignoto mentre le altre due sono pubblicazioni della Federazione Provinciale Pistoia Nastro Azzurro e si devono a profonde e precise ricerche del nostro consocio Marco Paolini.
Il libro “ Centenario della collocazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria” tratta in un apposito capitolo della storia del Sottocomitato di Pescia e delle disposizioni onorifiche al passaggio del treno del Milite Ignoto nel 1921.Il secondo “ Albo d’Onore Carabinieri Caduti per la Patria in Provincia di Pistoia” riporta i nomi e cognomi dei Carabinieri Caduti tra il 1936 ed 1945 e tra questi si trovano molti nati nel comune pesciatino.Con queste pubblicazioni il Nastro Azzurro Pistoia intende dare un piccolo contributo nel celebrare il Centenario del Milite Ignoto e, come sempre, sono grato alla Prof.ssa Guidi per voler continuare questa preziosa collaborazione”.