Attualità
NOVITA'

Quarrata per l’Ucraina: parte la raccolta solidale

Da venerdì 4 marzo alla Civetta la mobilitazione del Comune insieme alle associazioni del territorio

Quarrata per l’Ucraina: parte la raccolta solidale
Attualità Piana, 03 Marzo 2022 ore 11:58

Da domani venerdì 4 marzo avrà una sede la mobilitazione solidale organizzata dal Comune di Quarrata in collaborazione con ANPI e altre associazioni del territorio per fornire un contributo tangibile alla popolazione ucraina, colpita dall’invasione russa. Le porte dello spazio comunale La Civetta, in via Corrado da Montemagno, si riapriranno per l’occasione e da lì resteranno aperte tutti i giorni inclusi i fine settimana, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, per ospitare una raccolta di generi di prima necessità. I volontari raccoglieranno lì vestiti da adulti e bambini, coperte, alimenti e pannolini per bambini, viveri a lunga conservazione e medicinali da banco che gentilmente saranno donati dalla cittadinanza, per un invio successivo nel territorio ucraino tramite i corridoi umanitari.

Palazzo illuminato coi colori della bandiera

Ad anticipare l’iniziativa, dalla serata di oggi 3 marzo, il palazzo comunale di Piazza della Vittoria - intitolato recentemente ai creatori di Emergency “Gino Strada e Teresa Sarti” – sarà illuminato con i colori della bandiera ucraina.

“Siamo sgomenti di fronte all’orrore di una guerra d’invasione alle porte dell’Europa e come amministrazione comunale abbiamo condiviso insieme alle associazioni attive nel territorio la necessità di offrire il nostro contributo per le vittime di questo conflitto” così Marco Mazzanti, sindaco di Quarrata. “Di qui l’idea della raccolta solidale per quanto è prioritario in questi casi – aggiunge Mazzanti -: vestiti per chi ha dovuto lasciare in fretta e furia la propria casa, cibi a lunga conservazione e medicinali”.

“Invito la popolazione a fare richiamo alla consueta solidarietà quarratina e donare il possibile, dal 4 marzo, nei locali comunali della Civetta – conclude il sindaco di Quarrata -. Locali che resteranno aperti tutti i giorni negli orari indicati, fino ad un accordo di pace che speriamo arrivi quanto prima”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter