il punto della situazione

Sono 219 i profughi afghani a Montecatini. "Per il momento non inviare altro materiale"

L'assessora regionale alla protezione civile, Monia Monni, ed il vicepresidente del consiglio comunale di Montecatini Terme, Luca Tacconi, ringraziano popolazione e associazioni per il grande impegno di questi giorni in seguito all'arrivo dei profughi in città e chiedono, per ora, di non inviare altro materiale a loro disposizione.

Sono 219 i profughi afghani a Montecatini. "Per il momento non inviare altro materiale"
Attualità Valdinievole, 28 Agosto 2021 ore 15:58

La gestione dei 219 profughi afghani ospitati a Montecatini prosegue senza particolari criticità grazie all’impegno comune e alla collaborazione fra la Protezione civile regionale, comunale e provinciale, la Asl Toscana centro e le prefetture.

Profughi afghani a Montecatini, il punto della Regione Toscana con l'assessora Monia Monni

“Alla luce di questo e per gestire al meglio la situazione – fa sapere l’assessore regionale alla protezione civile Monia Monni - chiediamo di non inviare niente ai profughi. Sarà la Protezione civile regionale che, coordinandosi col Comune di Montecatini, le associazioni e tutti gli operatori impegnati nella gestione dell’accoglienza, farà sapere cosa è necessario fornire ai profughi ospitati nella nostra comunità”. L'assessora Monni ringrazia i cittadini e le associazioni per la generosità e il loro prezioso aiuto . "Si stanno facendo avanti in tanti per dare una mano - specifica l’assessora alla protezione civile Monni - e per chiedere se servono generi di prima necessità. Gesti importanti che sottolineano come la Toscana sia terra di accoglienza e di ospitalità".

Anche il vice presidente del consiglio comunale di Montecatini Luca Tacconi sottolinea come “la cittadinanza abbia risposto molto positivamente e in modo solidale, rendendosi subito disponibile a donare beni. “La ringraziamo – conclude Tacconi - ma per il momento possiamo sospendere la consegna di vestiti e altri beni fino a eventuali nuove esigenze".