Menu
Cerca
INTERROGZIONE

Pistoia e Valdinievole: Vigili del Fuoco, Giani scrive a Lamorgese

"Risorse necessarie per implementare l’organico dando provinciale dei Vigili del Fuoco di Pistoia in modo da garantire gli standard minimi richiesti per ogni intervento di soccorso”.

Pistoia e Valdinievole: Vigili del Fuoco, Giani scrive a Lamorgese
Attualità Pistoia, 20 Maggio 2021 ore 14:33

Dopo l’interrogazione del consigliere Marco Niccolai (Pd) il presidente della Regione si attiva presso il ministero dell’Interno.

Vigili del Fuoco, Giani scrive a Lamorgese

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha scritto al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, per sottoporgli i quesiti sollevati dal consigliere regionale del Pd e presidente della commissione Aree Interne Marco Niccolai.

“Sono a trasmetterle l’interrogazione, di cui condivido pienamente il contenuto e gli intenti, – scrive Giani a Lamorgese – con cui il consigliere sollecita alla presidenza della Regione la valutazione della possibilità di attivarsi presso il ministero da lei presieduto ai fine dell’individuazione delle risorse necessarie per implementare l’organico del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Pistoia in modo da garantire gli standard minimi richiesti per ogni intervento di soccorso”.

«Ringrazio il presidente Giani per questa lettera – commenta Niccolai – e auspico che la ministra Lamorgese possa prendere in esame la questione in tempi brevi, facendo in modo di porre rimedio definitivamente alla situazione di carenza di organico dei Vigili del Fuoco nella provincia di Pistoia, che si ripercuote notevolmente nel territorio della Valdinievole. Gli standard – ricorda Niccolai – prevedono un minimo di 5 soccorritori per ogni squadra, cosa che non sembra garantita nel Distaccamento VVF di Pescia, di frequente depotenziato a 3 unità, e quello di Montecatini Terme che non ha mai ricevuto la piena assegnazione dell’organico previsto. Spero – conclude il consigliere – che l’interessamento del presidente della Regione, che pur non riveste competenza diretta sulla materia, possa ristabilire condizioni di normalità».