Attualità
messaggio positivo

Pieve a Nievole, si completa il progetto "Acqua Buona"

Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, il Comune di Pieve a Nievole porta a compimento il progetto di "Acqua Buona" nelle scuole.

Pieve a Nievole, si completa il progetto "Acqua Buona"
Attualità Valdinievole, 17 Ottobre 2022 ore 16:50

Sia pure a fatica, non certo per colpa dell’amministrazione comunale o della scuola, si completa solo ora il progetto “Acqua Buona” che il sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti ha presentato fino dal gennaio 2021 insieme all’istituto comprensivo Galilei. La pandemia e le sue rigide regole hanno impedito di realizzare la parte relativa all’uso delle caraffe, che ora entra in vigore con notevoli conseguenze positive per la produzione dei rifiuti e l’educazione civica dei ragazzi.

Il progetto "Acqua Buona" va avanti alla Pieve

Le borracce ai ragazzi delle scuole furono consegnate da Acque Spa il 9 gennaio 2021, con l’obiettivo appunto di ridurre l’uso della plastica, in ossequio anche a quanto aveva stabilito il consiglio comunale, approvando all’unanimità una mozione che andava in tale senso.

Il secondo passo previsto nel progetto proposto da Acque spa e condiviso tra comune di Pieve a Nievole e Istituto comprensivo Galilei, è infatti la somministrazione di acqua in caraffa alla mensa scolastica, modalità già adottata in tanti altri comuni che a Pieve a Nievole ha subìto ritardi per le note problematiche legate alla pandemia, ma che oggi finalmente vede la luce.

Una delle prerogative dell’uso dell’acqua corrente, che ha elementi di qualità secondo i parametri biologici e chimici molto elevati, è il monitoraggio costante delle componenti organolettiche dell’acqua e una nuova analisi è stata effettuata in queste ore, con i risultati che arriveranno a stretto giro.

“Sono moltissimi i comuni che hanno sposato questa iniziativa e noi abbiamo fatto, a suo tempo, altrettanto con il lavoro degli assessori Salvatore Parrillo e Erminio Maraia, perché crediamo nell’importanza di un contenimento della produzione dei rifiuti, pratica che fa bene all’ambiente e che costituisce un elemento di crescita culturale nei ragazzi, che infatti lo apprezzano molto- dice il sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti-. Per la fase delle caraffe abbiamo dovuto aspettare che la pandemia e le sue regole si attenuassero, ma oggi tutto questo è possibile e per noi si tratta di un ulteriore passo in avanti, ambientale e culturale ”.

Seguici sui nostri canali