Attualità
marketing territoriale

Pieve a Nievole rilancia la valorizzazione delle proprie eccellenze monumentali e ambientali

Importanti investimenti per Pieve a Nievole per rifare il look e l'immagine comunale in termini di ricchezze architettoniche ed ambientali.

Pieve a Nievole rilancia la valorizzazione delle proprie eccellenze monumentali e ambientali
Attualità Valdinievole, 17 Giugno 2022 ore 17:47

In collaborazione con la Regione Toscana, che ha finanziato buona parte dell’intervento, il comune di Pieve a Nievole sta per completare un progetto di valorizzazione e informazione sulle eccellenze del territorio sia in termini monumentali che ambientali.

Ecco gli interventi per il nuovo "look" del Comune di Pieve a Nievole

Questa serie di interventi a sostegno del turismo sono raccolti in un progetto che ha ricevuto l’attenzione della regione Toscana con un contributo di 20.000 euro, a fronte di una spesa complessiva di 25.000 euro.

Nel dettaglio si è trattato della ripiantumazione degli alberi mancanti su via Empolese e la riqualificazione del verde pubblico nella stessa zona, di concerto con la sovrintendenza sono stati istallati nei punti di maggiore interesse turistico e culturale del paese, cartelli esplicativi delle peculiarità e della storia degli specifici luoghi, segnaletica che traccia un percorso storico turistico che si incontra anche con il Cammino di San Jacopo.

La novità riguarda il Palazzo Comunale, la Chiesa Parrocchiale, la Colonna Lorenese, il Ponte di Dante e le ginocchiate di Santa Barbara, punti di interesse cruciale del nostro territorio, dall’alto valore storico, culturale e spirituale.

E’ stata inoltre ripristinata la segnaletica turistica al Poggio alla Guardia ormai deteriorata dal tempo, dove l’ente municipale ha anche provveduto alla riqualificazione delle strutture in legno e della panchine lungo il sentiero oggetto di escursioni e passeggiate lungo l’anello della collina che da Pieve a Nievole porta a Montecatini Alto.

“La conclusione di tale progetto alle soglie dell’inizio del periodo migliore per il turismo ci rende particolarmente orgogliosi dato che l’azione dell’amministrazione comunale è da sempre stata quella di puntare sul turismo lento ed escursionistico che ben si sposa con le peculiarità del nostro territorio- è il parere del primo cittadino Gilda Diolaiuti e dell’assessore alla cultura Erminio Maraia-. Da Poggio al Padule, sintesi che trova la sua massima espressione proprio a partire dalla primavera. Con questo progetto crediamo di dare un’importante spinta e un sostegno a tutto il sistema economico e in particolare anche al comparto commerciale. Infatti, fra gli scopi del progetto, c’è anche quello di avvantaggiare i commercianti: ogni azione che migliora per i turisti e non solo la possibilità di conoscenza e fruizione del territorio diventa promozione dello stesso e quindi accresce possibilità per i commercianti di attrarre nuovi, potenziali clienti”.

Su questo tema l’ amministrazione comunale lavora già da anni; ne è un esempio l’adozione dell’applicazione “qualcosadafare.it” che unisce l’offerta turistica e culturale a quella commerciale e di servizi, applicazione alla quale chiunque potrà accedere attraverso la scansione di un codice QR posto sulla cartellonistica turistica in questione che apre una panoramica di informazioni sui punti di interesse turistici e commerciali del territorio oltre che la traduzione delle informazioni in inglese per garantire la migliore accessibilità e accoglienza anche ai turisti stranieri.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter