Menu
Cerca
CRONACA

Pieve a Nievole nell’elite della raccolta differenziata: 2° posto assoluto nell’ambito Toscana Centro e premio di 20mila euro

Diolaiuti e Parrillo “ Un grande risultato frutto del nostro interesse ma soprattutto della grande civiltà dei pievarini”

Pieve a Nievole nell’elite della raccolta differenziata: 2° posto assoluto nell’ambito Toscana Centro e premio di 20mila euro
Attualità Valdinievole, 30 Aprile 2021 ore 09:46

Una grande notizia ha rallegrato i cuori degli amministratori del comune di Pieve a Nievole : l’ente si è classificato al secondo posto assoluto e anche nelle graduatorie comparate per l’efficacia della raccolta differenziata fra i 65 comuni che compongono l’ambito ottimale Toscana Centro.

Un premio non solo onorifico, visto che insieme alla citazione e alla gloria ci sono anche contributi a fondo perduto fino a 20mila euro che devono essere spesi in opere che siano finalizzate ad accrescere la raccolta differenziata anche nel senso della riduzione dei rifiuti da conferire, come nel caso di un fontanello che riduce di fatto la plastica delle bottiglie da gettare nell’immondizia.

Un grande risultato

Un grande risultato che non è casuale, prende il via dal 2019, quando fu raggiunto un eccezionale dato numerico per la raccolta differenziata, con una crescita rapidissima dopo l’introduzione del porta a porta e qualche difficoltà iniziale.

Un titolo che va a premiare la sensibilizzazione costante realizzata dall’amministrazione comunale e la grande civiltà dei cittadini che stanno facendo un’opera quotidiana di selezione dei rifiuti che è veramente un modello da seguire.

“In un momento così complicato è davvero molto gratificante rappresentare dei cittadini che spiccano in una classifica che comprende i ben 65 comuni che fanno parte dell’Ato rifiuti Toscana centro- dicono il sindaco Gilda Diolaiuti e l’assessore all’ambiente Salvatore Parrillo-. Il merito è del grado di civiltà dei nostri concittadini e anche delle nostre campagne di sensibilizzazione anche scolastiche che hanno certamente posto il tema ambientale e, in particolare, la separazione e riduzione dei rifiuti come centrale della nostra vita quotidiana. Decideremo ora come spendere il contributo per realizzare un’opera utile e anche culturalmente impegnativa”.