Attualità
La presa di posizione

No al decentramento del mercato di montale

Bocciate le aree già individuate

No al decentramento del mercato di montale
Attualità Piana, 26 Maggio 2022 ore 14:00

Netta presa di posizione della FIVA Confcommercio

"Le aree marginali che sono state individuate non sono una soluzione percorribile"

No al decentramento del mercato di Montale: un danno per la categoria. Le ipotesi per la nuova collocazione avanzate dall’Amministrazione comunale, non sono una strada percorribile.

È decisa FIVA-Confcommercio – la Federazione in rappresentanza degli operatori su aree pubbliche della provincia di Pistoia e di Prato – nel commentare la decisione presa dal Sindaco sul prossimo spostamento del mercato settimanale da Piazza Matteotti a zona più marginali rispetto al centro.

“Le aree individuate ad oggi sono quella di Via Togliatti o, in alternativa, quella circostante la piscina locale. Entrambe si trovano lontane dal centro e, ancor peggio, non facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici – commenta FIVA-Confcommercio.

Questa scelta, legata a future modifiche alla viabilità, limiterebbe non poco la fruizione del mercato settimanale che da sempre rappresenta un appuntamento fisso per i cittadini che sono soliti frequentare il centro durante la mattina del venerdì.
È infatti evidente che gli operatori perderebbero una parte importante del loro flusso di clienti e avrebbero molta più difficoltà a farsi trovare da chi arriva dall’esterno.

Ciò che però rende più contrariati è la mancata condivisione dei progetti relativi alla futura viabilità che coinvolgerà il centro del paese di cui parla l’Amministrazione. Si tratta di interventi che inevitabilmente andranno a modificare le dinamiche locali e che dovrebbero coinvolgere tutti, soprattutto gli operatori.

Per questo chiediamo al Comune un confronto sul tema per valutare le progettualità che ha intenzione mettere in campo a livello locale e che andranno a incidere sul nostro settore. Siamo certi che esistano soluzioni alternative che non dequalifichino il mercato settimanale, condannandolo a una sempre minor visibilità”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter