Attualità
Lapolemica

Massimo Vannuccini attacca il sindaco di Agliana

Scontro totale sulla questione del personale

Massimo Vannuccini attacca il sindaco di Agliana
Attualità Piana, 27 Giugno 2022 ore 08:00

"L’Amministrazione Benesperi sul personale resta immobile".

Precisa e diretta, si presenta coì l'accusa di massimo Vannuccini al sindaco Liuca Benesperi

"A seguito delle dichiarazioni dell’Assessore Ciottoli - continua poi Vannuccini - e del Vicesindaco Baroncelli – oltre che del Capogruppo di Agliana Civica Buono – apparse sulla sugli organi di stampa, è importate ribadire alcune considerazioni dopo 3 anni di governo di destra ad Agliana.

Dalle informazioni chieste e ottenute lo scorso Aprile dal servizio personale del Comune emerge che i dipendenti del Comune, al netto dei grandi proclami, sono rimasti invariati dal 2019, cioè 72! È vero che assunzioni sono state fatte, ma per rimpiazzare anche personale qualificato che ha ottenuto mobilità col beneplacito dell’Amministrazione. Se l’ente è in affanno perché si dà l’ok alla mobilità di personale qualificato? Eppure, in passato, quando ero in Giunta, fummo duramente attaccati per le mobilità concesse. Ricordo sommessamente all’Assessore Ciottoli che quando “quelli di prima” amministravano, per legge la possibilità di assunzione era molto limitata (turnover al 25% -ossia ogni 4 pensionati si poteva assumere un nuovo dipendente, dal 2019 siamo al 100%). Il calcolo complessivo del personale comprende anche le due vigilesse oggi oggetto di processo per i fatti ormai noti in tutto il paese. Entrambe non sono più operative e dunque l’Ente non può contarci, di fatto si lavora con due dipendenti meno.

Sulla Polizia municipale: a fine 2020 la maggioranza di destra ha approvato il “rivoluzionario” regolamento di polizia urbana, contenente strumenti come il daspo, l’anti accattonaggio, limitazioni della vendita di alcolici, vincoli e controlli sulla vita dei cittadini (come l’obbligo di spazzare il proprio marciapiede). A qualche Aglianese risulta un cambio radicale dei problemi della città grazie a questo strumento? Eppure, in Consiglio ci fu raccontato come uno strumento fondamentale per l’operatività della municipale, fortemente voluto dalla Ex comandante dei vigili. E il turno notturno dei vigili dov’è finito? Solo propaganda spot dei primi mesi di governo dell’Amministrazione?

Le minacciate denunce incrociate tra l’Assessore Ciottoli e il gruppo di Agliana civica (tutt’ora parte della maggioranza) portarono nei mesi scorsi il Sindaco a riprendersi la delega alla municipale togliendola proprio a Ciottoli, segno palese dell’ottimo lavoro sul tema! Ma ancora prima l’ex Vicesindaco Ferretti Giovannelli delegato alla Sicurezza – dalla sera alla mattina, durante il caos degli arresti alla municipale – si dimise per ragioni personali, senza aver lasciato nessun contributo rilevante alla vita della comunità aglianese.

La maggioranza racconta che organizza riunioni per risolvere i problemi del personale e della municipale. Ma sul serio questa dovrebbe essere una notizia, il segno di un grande operato, una riunione? Credo che sia il minimo sindacale!

Probabilmente ai cittadini aglianesi – e forse giustamente – non importano le diatribe dentro la maggioranza e tra quest’ultima e l’opposizione, ma misurano – a ragione - la qualità di chi amministra sul livello dei servizi e la cura del territorio.

Municipale se ne vede poca a niente sul territorio, l’urp ha vissuto per mesi riduzioni orari significative, il suap è stato ridimensionato, la raccolta differenziata continua ad avere problemi sui quali – a parte dire il problema è ALIA – non trovano soluzioni, gli abbandoni persistono ed il verde pubblico vive grandi disagi, in testa il Parco Pertini. E le colpe non sono di chi lavora in un quadro di difficoltà, la colpa è di chi amministra".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter