Menu
Cerca
COMITATO PONTENUOVO

La rabbia del comitato: "Sulla via Sestini/Montalese si continua a morire"

La rabbia del comitato: "Sulla via Sestini/Montalese si continua a morire"
Attualità Pistoia, 23 Maggio 2021 ore 09:06

Grave incidente sabato 24 aprile in angolo via Sabin con intervento del Pegaso, giovedì 20 maggio 4 ciclisti travolti preso la località La Mora, e infine l'incidente mortale di ieri sera in cui ha perso la vita un 67enne.

Per questo motivo insiste il Comitato di Pontenuovo che da tempo denuncia la pericolosità di quella strada.

La rabbia del comitato

Il Comitato:

"Sembra che questa infinita serie di tragedie sconvolga soltanto la cittadinanza perché le istituzioni si dimostrano insensibili ed indifferenti ai disagi sofferti dai 7000 Pistoiesi che abitano in questa zona.
A questo punto ci chiediamo cosa debba ancora accadere per convicere chi ha la competenza su questa strada a prendere provvedimenti seri e non a fare flanella come si usa dire quando da 12 anni non si è fatto praticamente nulla.
Parole, promesse, parole, promesse, parole, promesse, parole, promesse, ma fatti concreti niente.
Un provvedimento importante come il divieto di transito ai mezzi pesanti sminuito dall'aumento della portata a 5 tonnellate, dove a distanza di due mesi non si capisce da chi sia stato modificato (non certo con l'assenso dei comitati com'è scritto sull'ordinanza), e comunque nell'incapacità di farlo rispettare.
Uno studio per la messa in sicurezza della via Sestini commissionato a dicembre  e non ancora realizzato e figuriamoci chissà quando verrà posto in opera.
Per non parlare poi della variante nuova Montalese che tutti reputano necessaria e fondamentale anche per lo sviluppo della città, ma per il quale non si riesce nemmeno ad aprire il tavolo tecnico".

Cosa chiedono i comitati

"I comitati cittadini che insistono nella zona, nati per garantire la sicurezza dei residenti, chiedono con forza ed immediatamente:
1 - la messa in sicurezza dell'intera via Sestini/Montalese
2 - l'apertura del tavolo tecnico Provincia di Pistoia, Comune di Pistoia, Comune di Montale e Regione Toscana per la progettazione della variante, necessaria per i finanziamenti e la conseguente realizzazione della nuova strada.
3 - installazione di Tutor per la rilevazione della velocità e per il controllo degli accessi e rendere così vivibili gli abitati di Pontenuovo e Santomato.
4 - controlli costanti, anche nelle ore notturne per garantire la sicurezza, ridurre la velocita e vietare i continui sorpassi nei centri abitati.
5 - un nuovo censimento del traffico necessario dopo l'apertura delle due nuove strade a scorrimento veloce che Prato ha fatto per collegarsi al territorio Pistoiese.

I cittadini stanno vivendo nella paura e vogliono essere liberi ed avere il diritto di uscire di casa in piena tranquillità, cosa che da anni per chi abita su questa strada non è più possibile.

Aspettando che la Provincia di Pistoia ci convochi per il prossimo incontro (saltato non per nostra causa il 18/05/2021) vi comunichiamo che a quest'ultimo provvederemo ad invitare giornalisti e politici qualora interessati.

Ci riserviamo infine di richiedere un ulteriore incontro con il prefetto di Pistoia".