Attualità
L'appello

La Misericordia lancia un grido d’allarme

Chiesta alla popolazione più vicinanza all'associazione

La Misericordia lancia un grido d’allarme
Attualità Piana, 13 Settembre 2022 ore 12:59

La Misericordia di Agliana lancia un grido d’allarme affinché sia raccolto non solo dalla popolazione aglianese, ma soprattutto dalle autorità preposte a sostenere l’attività delle associazioni di volontariato che operano nel cosiddetto Terzo Settore

La denuncia della situazionea ffidata ad un comunicato

"Desidero ringraziare, prima di tutto, i nostri infaticabili volontari per l’impegno quotidiano profuso a favore della popolazione, i quali, seppure fra indicibili difficoltà, riescono a garantire la loro presenza 24 ore al giorno, tutti i giorni dell’anno - evidenzia il Governatore della Confraternita, Ilaria Signori -. Nel contempo, però, mi preme lanciare un appello forte e chiaro per sensibilizzare la comunità aglianese affinché sia più vicina e solidale con la loro Misericordia. Abbiamo bisogno di nuovi volontari ma anche di risorse economiche. L’aumento dei costi energetici e delle spese generali, ormai fuori controllo, stanno incidendo negativamente sul nostro bilancio. Tanto per fare un esempio, facilmente documentabile, le fatture relative ai consumi dell’energia elettrica dei mesi di luglio e agosto 2021 sono stati rispettivamente di euro 1.557,00 e di euro 1.736,00, mentre quelle di luglio e agosto di quest’anno sono state di euro 5.967,00 e di euro 8.056,00. Siamo convinti che l’accordo sottoscritto nei giorni scorsi, fra la Federazione Regionale delle Misericordie della Toscana e la Regione Toscana, - conclude Ilaria Signori - non sarà sufficiente a riequilibrare, nel medio-lungo periodo, le poste negative della nostra contabilità. Da parte nostra, stiamo mettendo in atto tutte le misure che riteniamo necessarie, per sopperire, seppure in misura insufficiente, alle disattenzioni delle istituzioni, che si ricordano di noi solo quando ci sono delle emergenze da affrontare, come la recente epidemia da Covid-19 o le calamità naturali".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter