Attualità
verso il 2 novembre

Jair Bolsonaro in arrivo a Pistoia: partiti ed associazioni la ritengono una "visita non gradita"

Dibattito intenso sull'arrivo del Presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, a Pistoia per il 2 novembre per la commemorazione dei militari carioca defunti proprio sul territorio.

Jair Bolsonaro in arrivo a Pistoia: partiti ed associazioni la ritengono una "visita non gradita"
Attualità Pistoia, 29 Ottobre 2021 ore 16:21

Lo sostengono Articolo 1, Associazione Palomar, Movimento 5 Stelle, Partito comunista italiano, Partito Democratico, Possibile, Progressisti in cammino, Rifondazione Comunista, Sinistra Civica Ecologista, Sinistra Italiana, e Verdi.

Bolsonaro a Pistoia, il "no" di partiti di centrosinistra ed associazioni

Il 2 Novembre è annunciata la visita a Pistoia del presidente del Brasile Jair Bolsonaro che a San Rocco parteciperà alla cerimonia che ogni anno si tiene presso la memoria storica della Feb, la Forza di spedizione brasiliana i cui soldati combatterono in Italia a fianco degli Alleati e contro il nazifascismo e molti di loro morirono in battaglia. La nostra riconoscenza e il nostro omaggio vanno a loro e ai caduti per difendere la libertà. Bolsonaro invece non è gradito, non merita di essere ricevuto e salutato ufficialmente dalle autorità italiane, alle quali chiediamo di non tributargli alcun omaggio.

Lo chiediamo anche a nome delle 600.000 vittime brasiliane del Covid provocate anche dalla sua discriminatoria politica sanitaria che ha penalizzato le fasce più povere della popolazione e le tribù amazzoniche. Per questi suoi veri e propri crimini è stato lo stesso Senato brasiliano a chiederne la messa in stato di accusa per crimini contro l’umanità. Sarebbe davvero paradossale che fossimo proprio noi ad accoglierlo come un amico.

Lo chiediamo in nome dell’Amazzonia stessa, che Bolsonaro ha lasciato bruciare così da favorire le lobbies dell’agroalimentare che ne hanno appoggiato l’elezione. Lo chiediamo perché siamo disgustati dal carattere dittatoriale del suo governo e dal suo atteggiamento in occasione dell’assassinio di Marielle Franco, dal suo atteggiamento nei confronti dei diritti della comunità Lgbt e da ciò che ha permesso fosse fatto per estromettere Ignacio Lula dalla corsa alla presidenza del Brasile. Capiamo e condividiamo il forte imbarazzo per la sua presenza espresso da gran parte della Chiesa italiana e dai missionari italiani in Brasile, tanto da far dire perfino alla destra italiana che le sue idee sono contestabili ed inaccettabili. Chiediamo quindi a tutte le autorità e a coloro che parteciperanno alla cerimonia presso la memoria storica San Rocco, di non accoglierlo ufficialmente, ma anzi di prendere le distanze dalla sua politica. Non merita alcun riconoscimento e tantomeno alcun onore, ma soltanto la nostra civile protesta. Che a Pistoia non faremo certo mancare.

Firmato Articolo 1, Associazione Palomar, Movimento 5 Stelle, Partito comunista italiano, Partito Democratico, Possibile, Progressisti in cammino, Rifondazione Comunista, Sinistra Civica Ecologista, Sinistra Italiana, e Verdi