Attualità
NOVITA'

Il Touring Club Italiano racconta l’anima del Paese con uno sguardo al futuro attraverso Appennini, il volume dedicato ai Soci per il 2022: storie e reportage d’autore

Evento il 7 maggio a Pistoia, Deposito Officina Rotabili Storici

Il Touring Club Italiano racconta l’anima del Paese con uno sguardo al futuro attraverso Appennini, il volume dedicato ai Soci per il 2022: storie e reportage d’autore
Attualità Pistoia, 03 Maggio 2022 ore 15:38

Il Touring Club Italiano si prende cura dell’Italia come bene comune nella convinzione che l’anima dei territori e la loro valorizzazione siano la chiave per un futuro sostenibile, anche nel turismo. Per questo ha dedicato agli Appennini, alle loro geografie e alle loro storie il nuovo volume riservato ai Soci.
Tci, in collaborazione con Fondazione FS, nell’ambito della Primavera della Mobilità Dolce 2022 promossa da Amodo-Alleanza Mobilità Dolce e con il patrocinio del Comune di Pistoia, ha organizzato per sabato 7 maggio, dalle 15.30 alle 17.30 a Pistoia, presso la Sala Conferenze del Deposito Officina Rotabili Storici (piazza Dante Alighieri, 2), l’evento “Destinazione Appennini. Mobilità lenta e valorizzazione turistica del territorio”.

Sabato 7 maggio alle 15,30 l'appuntamento

Ne discuteranno Anna Donati, Consigliera del Touring Club Italiano, Portavoce di Amodo e Responsabile Mobilità di Kyoto Club, Claudio Calvelli, Responsabile Servizio Materiale e Trazione di Fondazione FS e Alessandro Sabella, Assessore del Comune di Pistoia. Porterà il suo saluto Alessandro Tomasi, Sindaco di Pistoia, e introdurrà il volume Appennini Gianluca Chelucci, Console regionale della Toscana del Touring Club Italiano.
L’incontro sarà condotto dal giornalista Cesare Sartori. Al termine, Fondazione FS sarà a disposizione del pubblico per una breve presentazione del Deposito Officina Rotabili Storici.

Le riflessioni dell’Associazione sintetizzate nel libro si snodano attraverso dieci parole-chiave: Resilienza, Spiritualità, Tradizione, Tutela, Storia, Arte, Memoria, Innovazione, Sport e Sisma. Parole che guidano i lettori alla scoperta di luoghi appenninici tutt’altro che marginali.
Ognuna delle dieci parole è declinata attraverso un racconto d’autore, che rimanda a suggestioni legate al tema, illustrata da un servizio fotografico evocativo e corredata da un reportage realizzato dai giornalisti della rivista Touring. Reportage che si concentrano sul racconto di quel che succede nell’Italia interna, portando in primo piano le storie legate alle persone che la vivono e provano con il loro impegno a gettare le basi per nuove idee di futuro.
Gli Appennini rappresentano infatti quelle vaste porzioni di territorio italiano che sono definite “aree interne”, distanti dai grandi centri urbani e spesso con prospettive di sviluppo incerte, che rischiano di essere associate soltanto con i “margini” nell’erronea convinzione che abbiano poco da offrire sia agli abitanti sia a chi le osserva dall’esterno.

La rilettura che il Touring Club Italiano propone di questi territori è invece opposta: vuole infatti stimolare una riflessione sugli Appennini come luoghi di cui prendersi cura e dai quali possono originarsi nuove idee e nuovi modi di vedere l’Italia.
Da Succiso, nel Reggiano, dove all’inizio degli anni Novanta è nata la prima cooperativa di comunità d’Italia che in tre decenni di attività è stata in grado di invertire concretamente l’inesorabile declino demografico del territorio, a Isnello, sulle Madonie, dove è nato il Centro Internazionale per le Scienze Astronomiche, al Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise con il suo fragile equilibrio tra l’uomo e la natura, Appennini cerca di dar voce a un Appennino meno conosciuto, dove il passato è la base da cui partire per costruire il futuro.

In appendice al volume una ricca selezione delle migliaia di foto inviate dalla community del Touring, soci e utenti del sito, per illustrare i diversi punti di vista su questi straordinari territori.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter