Menu
Cerca
PISTOIA

Il Parco della Rana si è arricchito di nuovi giochi

Il Parco della Rana si è arricchito di nuovi giochi
Attualità Pistoia, 30 Aprile 2021 ore 14:55

A Pistoia installati una nuova struttura per l’arrampicata e tre sfere tridimensionali con funzioni di gioco e seduta. Ampliata la pavimentazione antitrauma.

Il Parco della Rana si è arricchito di nuovi giochi

Nel Parco della Rana sono arrivati nuovi giochi. Si tratta di una innovativa struttura per l’arrampicata e di tre sfere tridimensionali con funzioni di gioco e seduta, che poggiano su una nuova pavimentazione antitrauma in gomma colata. L’Amministrazione comunale amplia così l’offerta ludica dell’area dedicata ai più piccoli e ne amplifica l’attrattività, offrendo ulteriori possibilità di movimento, apprendimento e interazione, soprattutto per la fascia in età scolare, dai 6 ai 12 anni.

La nuova attrezzatura inclusiva va a sostituire la vecchia struttura a castello, non più idonea alle esigenze ludiche dei bambini e delle bambine che, dopo il recente intervento di riqualificazione dell’area, sempre più numerosi frequentano il parco.

La scelta di installare una nuova arrampicata e le sfere colorate segue la recente riqualificazione dell’area giochi, che aveva previsto un investimento complessivo di 170mila euro. L’intervento, concluso nell’estate 2019, aveva portato alla realizzazione di due aree attrezzate inclusive, una dedicata all’attività ludica e l’altra a quella ginnica, con la collocazione di nuove attrezzature e arredi, corredati di un’idonea pavimentazione antitrauma in gomma, accessibile e collegata al percorso pedonale del parco. Inoltre, nei mesi scorsi l’Amministrazione comunale ha provveduto a completare la messa in sicurezza delle alberature e a sistemare i principali percorsi. In programma, a breve, anche i lavori per migliorare l’illuminazione dei percorsi interni del parco, fino alla nuova area giochi.

Le ultime installazioni nell’area giochi sono state seguite dall’ufficio del verde pubblico, per un importo complessivo di 53.560 euro, mentre i lavori sono stati affidati dalla ditta Italian Garden Srl. È, dunque, stato rimosso il gioco combinato in legno a tre torri, la cui installazione risaliva ai primi anni duemila e che, nonostante sia stato oggetto di alcuni interventi di manutenzione, non rispondeva più ai requisisti di accessibilità e inclusione, anche per la presenza di una pavimentazione in ghiaia.