Attualità
la richiesta

Il Comune di Pescia ha chiesto il finanziamento per il terzo lotto di Palazzo Galeotti

Iter concluso e domanda presentata dal Comune di Pescia per ottenere un cospicuo finanziamento per i lavori del terzo lotto di ristrutturazione del Museo Civico, ovvero Palazzo Galeotti.

Il Comune di Pescia ha chiesto il finanziamento per il terzo lotto di Palazzo Galeotti
Attualità Valdinievole, 04 Dicembre 2021 ore 18:45

Dopo l’inaugurazione di un anno fa, che ha restituito palazzo Galeotti, museo civico della città all’uso pubblico e alla possibilità di usufruire delle bellezze in esso contenute, continua l’impegno dell’amministrazione comunale di Pescia per continuare nel recupero funzionale di questo storico edificio, rimasto chiuso per oltre vent’anni.

Chiesto il finanziamento per Palazzo Galeotti a Pescia

A conferma di questo, arriva ora la richiesta di un finanziamento molto importante da parte del comune di Pescia nei confronti del Credito Sportivo che nella sua recente apertura di linea finanziaria a favore della cultura ha ricevuto il progetto del comune di Pescia. Un progetto che riguarda il terzo lotto di interventi a questa struttura che si trova nel pieno centro della città, in piazza Santo Stefano.

“Da quello che sappiamo il nostro progetto rientra appieno nei criteri che il Credito Sportivo ha fissato per finanziare interventi nel settore della cultura – spiega Aldo Morelli, assessore ai lavori pubblici del comune di Pescia- e quindi siamo ottimisti nella erogazione di questo contributo che ci permetterebbe di fare una importante tranche di lavori per restituire alla città un palazzo simbolo che è stato chiuso troppi anni. Dopo l’inaugurazione una parte è tornata a disposizione, ma noi vogliamo concludere il lavoro”.

L'edificio "Palazzo Galeotti, Museo Civico della citta" è stato oggetto di interventi recenti che hanno consentito la riapertura dell'appartamento nobile nel novembre del 2020, sono stati realizzati delle lavorazioni di consolidamento strutturale, restauro, ristrutturazione e recupero della struttura al fine di consentire la riapertura degli spazi museali e delle attività peculiari dello stesso.

La domanda è stata inviata il 30 novembre e sembra che ci siano buone speranze per un suo integrale accoglimento. In quel caso, il lotto che sarà finanziato con mutuo dal Credito Sportivo, per un importo di €. 658.675,00, prevede di realizzare opere di restauro delle stanze ai piani secondo e terzo per completare il restauro già attuato e consentire di poter esporre , anche a rotazione, le numerose collezioni giacenti presso i magazzini .

Inoltre si prevede il restauro delle stanze al piano quarto da destinarsi ad archivio e studio delle opere ed allestimenti temporanei. Le opere necessarie al completamento sono le seguenti :

– Ultimazione dei consolidamenti strutturali;

– Smontaggio, ri-montaggio ed integrazione con gli elementi lignei mancanti della pavimentazione esistente costituita da tavoloni in legno;

– realizzazione della pavimentazione nelle stanze dove non è presente;

– Pulitura e trattamento della pavimentazione in cotto esistente;

– Realizzazione di rivestimento delle pareti delle stanze con pannelli in cartongesso tinteggiati;

– Tinteggiature interne ;

– realizzazione di pareti ad intonaco e successivamente tinteggiate delle stanze ad archivio;

– completamento dell'impianto elettrico e dell'impianto di riscaldamento e raffrescamento.

Attualmente sono in corso dei lavori di restauro di pitture murali della stanza del caminetto all'interno dell'appartamento nobile finanziati con un bando della Fondazione Cassa di Risparmio anno 2020.