BELLA NOTIZIA

Diciotto anni di aiuti con H.H.P.P. L'impegno dell'associazione "Humanitarian Help For Poor People"

"Questa sciagurata pandemia non ha certo fermato la volontà di tutti i volontari di perseguire costantemente i progetti in atto e, se pur a distanza, avviarne dei nuovi"

Diciotto anni di aiuti con H.H.P.P. L'impegno dell'associazione "Humanitarian Help For Poor People"
Attualità Valdinievole, 12 Giugno 2021 ore 10:09

La pandemia da Covid19 oltre alla tragedia sanitaria che ha investito e che investe tuttora il mondo intero ha avuto anche un effetto molto negativo sulle attività di molte onlus. Non è rimasta immune, è il caso di dirlo, anche l’attività all’estero di H.H.P.P., ovvero l’associazione presieduta dal medico montecatinese Giorgio Martini, che da poco ha festeggiato i 18 anni di vita, soffiando sulle candeline lo scorso 27 marzo, da quel lontano 2003 in cui tutto ebbe inizio.

Il presidente è il dottor Giorgio Martini

«Era il febbraio 2020 quando già con i biglietti aerei in mano, le valigie preparate con gli aiuti da portare a chi ne aveva bisogno, quattro volontari dell’associazione hanno visto bloccato il loro desiderio di portare aiuto ai poveri del Brasile ed hanno dovuto rinunciare alla 50° missione sanitaria ed umanitaria dalla fondazione di H.H.P.P. - ha ricordato lo stesso Martini - Ma questa sciagurata pandemia non ha certo fermato la volontà di tutti i volontari di perseguire costantemente i progetti in atto e, se pur a distanza, avviarne dei nuovi».

Ecco allora che dai primi mesi del 2020, quando i viaggi fra le regioni italiane e maggiormente all’estero sono stati impediti, H.H.P.P., con l’aiuto dei propri volontari ha regolarmente proseguito l’invio programmato di aiuti economici in India e in Brasile per il sostegno ai bambini e delle famiglie inserite nel Progetto Jeevan di adozioni a distanza. Ma non solo. Sono costantemente proseguiti gli aiuti economici a Nosy Be, nel Madagascar, per il sostentamento della numerosa e poverissima famiglia di Mimà, bimba conosciuta nella prima missione in quella terra nel 2017 e prematuramente scomparsa a luglio 2020.

«Gli aiuti economici, grazie alla generosità della Ditta M.G.M. Motori Elettrici di Serravalle Pistoiese, e di questo ringraziamo la signora Lucia Ghieri, stanno andando avanti pur a distanza - ha proseguito Martini - anche con la famiglia del piccolo Albin, il bimbo di Kanjirappally, nella regione indiana del Kerala, affetto da labbro leporino completo ed altre patologie cardiologiche e cerebrali che lo rendono purtroppo inoperabile».

L’India è sempre nel cuore di Humanitarian Help for Poor People se è vero che stanno andando avanti gli aiuti alle 5 bambine indiane del progetto

«Un aiuto per una vita dopo la vita», sostenuto dalla generosità del Rotary Club “Marino Marino” di Montecatini Terme. A maggio un anno fa vennero anche consegnati 200 litri di soluzione–gel disinfettante per gli operatori del 118 di Pistoia che al momento ne erano completamente sprovvisti.

«Invece a dicembre, appena cinque mesi fa, sono state consegnate 200 visiere protettive anti–Covid sempre agli operatori sanitari del 118 della nostra provincia, senza dimenticare che nella primavera 2020, un anno fa, in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Montecatini Terme sono stati acquistati e consegnati 120 pacchi alimentari a 30 famiglie segnalate dai suddetti servizi».

Sempre riavvolgendo il nastro, il 27 maggio 2020 è stato inaugurato a Kanjirappally, in India, il “Saint Francis Hostel” una specie di bed and breakfast indiano utile come punto di riferimento per il lavoro dei giovani ex ospiti dell’Orfanotrofio Assisi Baby Sadan e della comunità locale. Aiuti che da H.H.P.P. sono comunque arrivati anche in Italia. «E’ andato avanti l’aiuto materiale ed economico per il sostentamento di 9 famiglie italiane particolarmente indigenti del nostro territorio, seguite con il Progetto Alice – Pane Nostrum. Nel 2020 ed in questi primi mesi del 2021 sono stati inviati sostanziosi aiuti economici in Brasile per il Progetto Quarta Verde a Quilombolas, nel Nord del paese, il Progetto Samma a San Paolo ed il Progetto Maracuja a Lagos Nova nella zona sub equatoriale».

Tutti questi progetti sono illustrati e documentati sul sito di H.H.P.P. Onlus www.humanitarianhelp.it». E se la pandemia ha bloccato e sta ancora bloccando le iniziative di raccolta fondi organizzate per i propri sostenitori e per mezzo delle quali riesce a raccogliere quanto necessario, «non per questo ci stiamo arrendendo: la volontà non manca, gli aiuti sono sempre ben accetti», ha concluso Martini, guardando già al futuro.

Per aiutare puoi donare il tuo Cinque per Mille: come? Al momento della dichiarazione dei redditi o della consegna del CUD:
Firma nell’apposito riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale” (onlus)
Riporta, sotto la tua firma, il codice fiscale di H.H.P.P. Onlus: 01493470478